Ricette

Zuppa di pesce alla mediterranea by chef Alfio Ghezzi

08 Giugno 2020 -
DI Lo Chef

Sole, mare e voglia di pesce fresco: l'estate aumenta la voglia di piatti gustosi al profumo di mare, come la Zuppa di pesce alla Mediterranea, una succulenta ricetta che porta la firma di Alfio Ghezzi, chef del ristorante che porta il suo nome presso il Mart di Rovereto. Ecco la ricetta da replicare ai fornelli di casa.

Ingredienti per 4 persone

  • 600 g di scorfano
  • 200 g di cozze
  • 200 g di gamberi
  • 500 g di coda di rospo
  • 800 g di rombo
  • 200 g di seppioline
  • 150 g di pomodorini
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 cipolla piccola
  • 1 gambo di sedano
  • 1 carota piccola
  • 1 dl di vino Chardonnay
  • 1 rametto di maggiorana
  • 60 g di olio extravergine d’oliva

Procedimento

Pulire e sfilettare i pesci e i crostacei; conservare le lische e i carapaci, che serviranno per preparare un brodetto.

Far soffriggere in una casseruola le verdure tagliate a tocchetti, la maggiorana e le lische di pesce. Aggiungere i pomodorini e lasciare insaporire sfumando con il vino Chardonnay.

A questo punto coprire a filo con dell’acqua e porta a ebollizione. Abbassare la temperatura e proseguire la cottura per circa 40 minuti. Al termine filtrare il composto, premendo bene per recuperare tutto il gusto dei pesci. Rimettere sul fuoco la zuppa fino a che si sarà addensata acquisendo un sapore ben deciso.

Tagliare i filetti di pesce a pezzi di circa 40 g e cuocerli dolcemente nella zuppetta preparata. Per servire, disporre nei piatti i filetti versandovi per ultima la zuppa.

L'abbinamento

La straordinaria complessità del Giulio Ferrari Riserva del Fondatore Ferrari Trento lo rende perfetto per valorizzare una gamma amplissima di piatti. Nel caso della Zuppa di pesce, questo Chardonnay dai preziosi riflessi dorati e dal perlage finissimo e persistente si sposa magnificamente ai sapori del Mediterraneo. Al naso esprime un bouquet intenso e complesso, dalla mineralità spiccata, arricchita da sentori esotici: alle percezioni di cioccolato bianco e nocciola seguono note balsamiche e preziose pennellate di spezie, cera d’api e miele. Al gusto è cremoso e vellutato, con fragranze di miele di acacia accompagnate a note di frutta esotica. L’invecchiamento ultradecennale sui lieviti conferisce un finale di gran complessità, che colpisce per eleganza e freschezza.

#HASHTAG