Abbinamento cibo-vino

Quale vino abbinare al risotto agli asparagi?

24 Maggio 2019 -
DI Luca Maroni

Un piatto primaverile colorato e vivace, dalle consistenze morbide e cremose, con un tocco di croccantezza: il risotto agli asparagi. Ma quale vino abbinare? Ecco i consigli dell'analista sensoriale del vino Luca Maroni.

Vini da abbinare al risotto agli asparagi: Fiano di Avellino Radici 2017 Mastroberardino

«Di eccezionale caratura qualitativa i cru di Mastroberardino assaggiati. Dolcezze varietali e floreali inossidate che eleggono il Fiano di Avellino Radici 2017 fra i più integri e piacevoli campioni in assoluto della rispettiva varietà compositiva. Fra i migliori bianchi d'Italia in assoluto visto il nativo e derivativo splendore aromatico del suo polposo ammontare». Elegante bianco vestito da una raffinata etichetta raffigurante un dipinto di Maria Micozzi, presente su una volta delle grotte di affinamento della cantina: questo Fiano di Avellino in purezza, proveniente dalla tenuta Santo Stefano del Sole, è un nettare simbolo di un ritorno alle radici, risultato della migliore sintesi tra vitigno e terroir, uniti nel dare vita a un vino dal carattere complesso e densità inusuale per un bianco.

Vini da abbinare al risotto agli asparagi: Est! Est!! Est!!! Poggio dei Gelsi 2017 Falesco

«Di eccellente piacevolezza la selezione dei vini Falesco testati. Morbida suadenza palatale per l'Est! Est!! Est!!! Poggio dei Gelsi 2017». Colore giallo paglierino con riflessi verdolini per un vino dal profumo intenso, con note di frutta fresca agrumate, dal grande equilibrio gustativo con finale acidulo, vivace e piacevole.

Vini da abbinare al risotto agli asparagi: Friulano Collio 2017 Borgo Conventi

«Uno fra i bicchieri più cresciuti e più a punto della regione quello di Borgo Conventi. Soltanto vini eccellenti, il Friulano Collio 2017 per rotondità e potenza d'espressione». Colore giallo paglierino con riflessi leggermente dorati, il vino all'olfatto ha buona intensità e complessità. È fragrante, invitante e fruttato, con note di fiori di prato di alta montagna e un piacevole sentore di mandorla. Al gusto è fresco e armonico, con buona struttura e persistenza aromatica notevole.

lucamaroni.com

#HASHTAG