Vino

Val di Cembra: alla scoperta dei vini di montagna

18 Aprile 2019 -
DI Redazione

Alle porte delle Dolomiti di Fiemme, a circa mezz’ora di auto da Trento, tra l’Altopiano di Piné, le Piramidi di Terra di Segonzano, capolavoro della natura, e il Lago Santo, la Val di Cembra si mostra in tutta la sua straordinaria bellezza.

Attraversata dal torrente Avisio e costellata di piccoli centri abitati, questa valle ha fatto della viticoltura una delle risorse più importanti. Il legame tra il territorio e la vite ha origini lontanissime, la tradizione vinicola locale vanta vini di spiccata freschezza e particolare raffinatezza grazie al profilo geologico del suolo che presenta una considerevole componente porfirica, alla perfetta esposizione delle viti sui ripidi pendii e alle importanti escursioni termiche tra il giorno e la notte, le quali contribuiscono ad arricchire il corredo olfattivo delle uve qui allevate.

Il paesaggio della vallata è disegnato secondo una perfetta geometria di vigneti, caratterizzati da ampi terrazzamenti con una decisa pendenza, che lascia intuire tutte le prerogative per una viticoltura di grande qualità.

La vista rimbalza sui versanti dei vari pendii delineati da ben 708 chilometri di muretti a secco, atti a sostenere il terreno e a dare una peculiare identità al panorama della vallata. Tra le varietà di uva coltivate, particolarmente famosa è la varietà Müller-Thurgau, che ha fatto della Val di Cembra la sua culla fertile, un terroir perfetto per esprimere al meglio le qualità gusto-olfattive del vitigno.

Altre uve a bacca bianca presenti nella zona sono: Pinot Grigio, Gewürztraminer, Chardonnay, Kerner, Riesling e Manzoni Bianco; mentre a bacca nera: Lagrein, Teroldego, Pinot Nero e Schiava.

A promuovere e tutelare le cantine del territorio c’è il Consorzio Cembrani D.O.C. che ha lo scopo di unire le forze delle diverse realtà produttive per sviluppare il potenziale territoriale e culturale della Val di Cembra. Le aziende appartenenti al Consorzio sono cinque cantine e due distillerie, tutte a conduzione familiare e tutte innamorate della loro terra. I loro prodotti racchiudono il lavoro e l’amore di intere generazioni e soprattutto l’anima di questa valle.

La linea di prodotti scelti dal Consorzio Cembrani D.O.C. in rappresentanza della viticoltura eroica e delle produzioni delle aziende consorziate sono 708 km Bianco, 708 km Rosso e 708 km Grappa, dove 708 sta, come sopra menzionato, a indicare l’estensione dei muretti a secco.

Due delle cantine cembrane che producono vini di montagna tipici di questa incantevole valle alpina sono Villa Corniole e la Società Agricola Zanotelli, entrambe a conduzione familiare ed entrambe con una determinata e grintosa presenza femminile.

Di Villa Corniole come non citare il Trento DOC Salisa, nelle versioni Brut e Nature, in grado di sedurre con un perlage di piacevolissima freschezza. Il Pinot Grigio ramato ammalia a prima vista già dal colore, una sensazione che trova riconferma al naso e al palato per la sua innata delicatezza. Il Müller-Thurgau è estremamente rappresentativo e di grande beva, il Teroldego di colore rosso vivace e dal bouquet fruttato, si presta molto bene ad abbinamenti culinari locali.

Anche l’azienda Zanotelli conferma con le sue bollicine la vocazione spumantistica territoriale: For4neri, il nome del loro Trento Doc prende spunto dal soprannome della famiglia, appunto Forneri, e quattro è il numero dei cugini che oggi guidano la cantina. Il For4neri Brut è uno Chardonnay 100%, di colore giallo paglierino brillante e dal profumo di mela, dal perlage fine, molto fresco e di buona struttura. Il For4neri Rosé è invece ottenuto da uve Chardonnay e Pinot Nero, di colore rosa antico, chiaramente più complesso e strutturato sia al naso (ribes, fragoline di bosco) che al palato.

Interessante il Riesling, vitigno nobile, particolarmente acidulo e dal caratteristico sentore di idrocarburi; l’azienda Zanotelli ne propone un esempio di deliziosa finezza, gradevolmente fruttato e con una marcata vena acida, perfetto con piatti di pesce o con del formaggio fresco.

La Val di Cembra e i suoi abitanti attendono di accogliere numerosi visitatori alla manifestazione che si terrà il prossimo 5 Maggio: "Baiti en Festa", un pranzo itinerante tra le baite e i muretti a secco alla scoperta dei vini e delle grappe dei Cembrani D.O.C. e dei sapori che questo territorio sa offrire.

www.cembranidoc.it

Lara Moro

#HASHTAG