Dessert

La ricetta del Maritozzo firmata Iginio Massari

21 Maggio 2019 -
DI Redazione

Un morbido dessert, soffice e invitante, farcito con deliziosa panna montata: il Maritozzo, dolce tipico della tradizione romana, reinterpretato in una golosa versione firmata da un fuoriclasse della pasticceria italiana, Iginio Massari, realizzata "live" a Torino, all'ombra della Mole, nel corso del primo appuntamento del ciclo di incontri "Meet Massari".

Un dolce ricco, dalla complessa preparazione, che deve il suo particolare nome proprio alla figura del marito. Il poeta romano dell'Ottocento Filippo Chiappini, infatti, così ne spiega la storia: «… da marito perché quando i maritozzi si facevano a Roma soltanto in occasione della Quaresima, gli amanti e i mariti ne sollevano fare un presente alle loro fidanzate e alle loro mogli nei venerdì di marzo». Secondo altri autori, invece, il nome deriverebbe dal fatto che questo particolare dolce veniva offerto in occasione dei "maritaggi", ovvero dei matrimoni.

Quale che sia la verità, resta il fatto incontestabile che il Maritozzo, con la sua irresistibile morbidezza, conquista i palati di tutti gli italiani in ogni momento dell'anno, non soltanto in occasione di alcune festività.

Ecco la ricetta.

Maritozzo by Iginio Massari: Ingredienti

250 g acqua a 30° C, 50 g di lievito di birra, 25 g di miele, 120 g zucchero, 1000 g di farina tipo 00 le Divine Anna Molino Dallagiovanna, 300 g di misto d’uovo Eurovo Service Élite, 100 g di tuorlo d’uovo Eurovo Service Élite, 220 g di burro, 15 g di sale, Scorza di 1 limone.

Maritozzo by Iginio Massari: Procedimento

Impastare in una planetaria con lo scudo, lavorando in seconda velocità, l’acqua a 30°C, il lievito, il miele, lo zucchero, le uova e la farina e formare una pasta liscia e omogenea. Incorporare il sale con metà dei tuorli, di seguito il burro con la rimanenza dei tuorli. Quando la pasta è liscia e omogenea, coprirla con un cellophane e lasciare lievitare per due ore, schiacciandola due volte. Formare delle palline di 30 g, lasciare lievitare a una temperatura di 28 °C e con umidità del 60%, quindi metterle sulle teglie. Far lievitare per circa 90 minuiti. Quando sono ben lievitate, spennellare con dell’uovo e passarle due volte. Cuocere a 200° C per 6 minuti, quindi congelarli immediatamente. Quando sono freddi, tagliarli a metà e farcire prima con della crema pasticcera e poi con della panna montata al 38% di grasso dolcificata con 40 g di zucchero per ogni 1000 g.

www.iginiomassari.it
#HASHTAG