Hospitality

#REStart hospitality: il settore riparte da investimenti e design

12 Giugno 2020 -
DI Redazione

Un appuntamento virtuale per fare il punto sul settore hospitality e sulla sua ripartenza dopo il lockdown dovuto all'emergenza sanitaria Covid-19: #REStart hospitality, un'innovativa piattaforma on line organizzata nell'ambito della settima edizione di hotel & tourism forum, consolidato evento dedicato al settore dell’ospitalità, degli investimenti e del design in Italia, in programma il 15 giugno.

Il distanziamento sociale, i protocolli sanitari in atto, le aperture prudenti delle frontiere e una stagione turistica incerta non fermano infatti progetti e investimenti nel settore hospitality: con questa convinzione Giorgio Bianchi, Managing Director, PKF hotelexperts, che per la settima edizione di hotel & tourism forum ha voluto organizzare una giornata di conferenze online per celebrare a Milano un Fuorisalone virtuale. Al posto della cornice "unconventional" di Spazio Ventura a Lambrate, sarà una dinamica piattaforma online a contenere il ricco palinsesto in programma.

«Abbiamo scelto di chiamarlo #REStart hospitality: Investment & Design - spiega Bianchi - perché la ripartenza sarà incentrata su questi due temi chiave: i progetti di investimento e il design come chiavi di lettura per affrontare il futuro dell’ospitalità. La crisi sanitaria ci ha imposto di ripensare l’albergo. Siamo stati i primi ad affrontare la crisi e faremo scuola in termini di progettazione. Ora gli investitori ci chiedono di spiegare come ci stiamo muovendo a livello italiano. Lo faremo trattando i vari aspetti del cambiamento, dall’hardware all’impiantistica, dalla tecnologia alla progettazione. La maggiore ricerca di privacy impatterà sulle scelte e soluzioni ricettive miste potrebbero assistere ad un incremento di domanda».

L’evento prevede una main stage ospiterà quattro conferenze che disegnano gli scenari future dell’ospitalità e del design alla luce dei cambiamenti in corso: "Made in Italy – Excellence in Design, Food & Hospitality"; "The impact of International Mega events on Investment and Hospiatlity: Winter Olympic Games Milano Cortina 2026"; "European Design & trends: hospitality design post COVID 19"; "Hotel Brands in Europe – the CEO Panel".

Si rinnova poi l’appuntamento con l’Hospitality Design Award in collaborazione con SUITE, giunto alla XII edizione, che dovrà decretare il vincitore fra dieci progetti finalisti premiando il design e il legame e la valorizzazione del territorio.

Un'edizione internazionale quella di quest'anno, per la quale è atteso il raddoppio dei delegati rispetto agli 800 dell’edizione 2019, tra investitori, developer, proprietari alberghieri, gestori, istituzioni, consulenti, architetti e designer. Un centinaio i business partner presenti e oltre 50 gli speaker internazionali. Inoltre, il ricavato dei biglietti sarà devoluto in beneficienza alla Fondazione Gaetano Bertini Malgarini e a Cascina Bellaria a Milano.

«L’obiettivo – commenta Bianchi - è quello di convogliare in questo mega evento tutti gli stimoli e le indicazioni raccolte durante un tour virtuale di videoconferenze che ci ha visto fare tappa nel mese di aprile a Milano, Sorrento, Monopoli e Cortina».

Due i temi chiave emersi: la necessità di definire regole chiare e uniformi su tutto il territorio e la certezza dei finanziamenti, evitando l’eccessiva burocrazia. Se alcuni albergatori hanno sottolineato che la riapertura delle strutture dovrà essere compatibile con una sostenibilità economica, da parte del mondo bancario Intesa Sanpaolo ha confermato la manovra da 50 miliardi di euro in aiuto alle imprese.

In questo scenario un ruolo chiave è svolto dal design: «Gli scenari estetici e logistici muteranno - spiega l'Architetto Simone Micheli - e l’hotel del futuro, post-Covid, sarà più smart, più efficace, gli ambienti flessibili. Andrà ripensata la gestione degli spazi. Sarà una struttura super iconica e la tecnologia andrà di pari passo con la forma».

www.hoteltourismforum.com

#HASHTAG