Abbinamento cibo-vino

Quale vino abbinare all’uovo di cioccolato?

24 Aprile 2019 -
DI Luca Maroni

Uovo di Pasqua avanzato? Per gli amanti del cioccolato fondente non c'è nulla di meglio che gustarlo in purezza. Ma perché non esaltare l'esperienza degustativa abbinandovi il vino giusto? Ecco i consigli dell'analista sensoriale del vino Luca Maroni.

Primitivo Es più Sole 2012 Gianfranco Fino Viticoltore

«Son davvero pochissimi i rossi capaci di sfoggiare un equilibrio di sapore di codesta suadenza in presenza d'una polpa tanto eccezionalmente, stupendamente massiva. Equilibrio che è il vertice analitico e sensoriale qualitativo di questo mirabile campione. Eppure è il destino di questo gran vino: essere preso più e più volte in sorsi per sentire la sua crema di mora, sempre chiudere senza mai tannicamente o legnosamente amareggiare. La dolcezza del suo durante, la sua non bucciosità cuoiosa, mai fumosa, il suo carezzar mentoso l'ugola, virtù da assoluto fuoriclasse in souplesse. La sua suadenza ci incanta, e come disco che s'incanta, a quelle note sempre non si può non tornare. Note di pura e vera natura di mora, di rovere illibatamente mentoso, note tecnicamente non solo perfettamente armoniose, ma possenti, di purezza enologica virtuosamente radiosa».

Sagrantino di Montefalco Docg Passito 2014 Campo della Maestà

«Gran frutto e gran spezia morbida, dolce, mentosamente espansiva. Il profumo è mora, anice e mentosità intensamente pura. È una fitta, speziata prugna densamente matura. In genere c'è o può esserci scollamento, non bilanciamento di intensità fra il frutto e le spezie. Qui per la densità del primo, per la capacità di questa fibra stretta di implicare il tutto a polpa, qui c'è gran voce di potenza e glicerinosità mentosa. Qui c'è gran fittezza, un frutto di massima ricchezza e di maturità compiuta. Un vino dolce mai stucchevole, di favolosa morbidezza gustativa, ben rotondo, persistente e armonioso nella sua balsamica e speziata livrea».

Pasithea Rosa 2016 Girlan

Elegante Moscato rosa prodotto da Girlan, azienda che ha dato ampiamente prova di «massima qualità tecnica della coltivazione del frutto uva e della sue enologica trasformazione», dando vita a nettari di «sublime piacere ricettivo sensoriale. Chapeau sentito a questo produttore, che con vini come il Pasithea Rosa 2016 dimostra come tal acme di valore non sia affatto il solo eccezionale».

lucamaroni.com  
#HASHTAG