Il progetto del Refettorio Ambrosiano

17 Gennaio 2015 -
DI Bycam
Refettorio_Ambrosiano_Italo_Rota Progetto di Italo Rota per il nuovo Refettorio Ambrosiano[/caption]

Come funzionerà il Refettorio?

Il surplus alimentare dei padiglioni di Expo sarà utilizzato da quaranta chef di fama internazionale che cucineranno per i bisognosi, utilizzando le materie prime a disposizione. Per Bottura, l’iniziativa vuole combattere lo spreco del cibo ed inserirsi in una serie di “gesti sociali” volti a migliorare la società. Terminata la funzione prevista nel periodo di Expo, la struttura continuerà a svolgere una funzione sociale in uno dei quartieri multietnici della città.

Refettorio_Ambrosiano_progetto

Le proteste degli abitanti del Quartiere Greco

Intanto nel Quartiere dove dovrebbe sorgere il Refettorio il neo costituito comitato di cittadini “Greco in Movimento per Greco” hanno scritto al cardinale Angelo Scola per comunicargli che sono contrari al progetto del Refettorio Ambrosiano con annessa Casa di accoglienza, da farsi nel loro quartiere.           «Con gli stessi soldi se ne poteva fare uno meno chic ma con più posti», sostengono in molti. Naturalmente precisano che «non si tratta di egoismo, ma Greco non è più in grado di sostenere altre iniziative soprattutto se imposte dall’alto come ora ha fatto la Caritas». I rappresentanti del Comitato spiegano che «aprire una mensa per i poveri e una casa di accoglienza ai lati di un oratorio e di un asilo nido, vicino a una scuola elementare, senza precauzioni per il mantenimento del decoro urbano e della sicurezza, potrebbe cagionare a Greco gli stessi disagi già sperimentati in altre zone».

[caption id="attachment_13517" align="aligncenter" width="600"]Refettorio_Ambrosiano_Citterio Tavolo del designer Antonio Citterio[/caption] [caption id="attachment_13518" align="aligncenter" width="600"]Refettorio_Ambrosiano_Mendini Tavolo del designer Alberto Mendini[/caption]   Curiosità

Dieci minuti per venderli tutti, ma è solo l'inizio. I tredici tavoli d'autore realizzati da Riva 1920 su progetto di grandi designer a favore del Refettorio Ambrosiano Caritas, battuti all'asta martedì 16 da Filippo Lotti per Sotheby's, sono stati venduti per un totale di 40.600 euro. Tra gli acquirenti diversi collezionisti e altri designer, oltre che «semplici» benefattori milanesi. Ogni tavolo potrà essere replicato in cinque esemplari, firmati dall'autore, e sarà acquistabile anche nelle prossime settimane tramite il sito www.refettorioambrosiano.it

Appuntamenti

Il 27 gennaio 2015 presso lo Spazio Sanpa, piazza Sant'Erasmo 3 Milano, alle ore 18.30, sarà inaugurata l’Esposizione del Refettorio Ambrosiano durante la quale sarà servito aperitivo e  degustazione.

Il ricavato dalla vendita dei tavoli verrà devoluto alla Caritas per la realizzazione e la futura gestione della mensa.

La mostra resterà aperta fino al 29 gennaio, ore 10-18

Mariangela Martellotta

#HASHTAG