Dolci di Pasqua

Pasqua fashion: quando la moda ispira l’arte dolciaria

20 Marzo 2019 -
DI Silvia Famà

50 uova di cioccolato ispirate ai grandi nomi della moda che evocano gli stili e le personalità più rappresentativi e controversi dei nostri tempi: ecco la Pasqua fashion della Pasticceria Bompiani.

Walter Musco, pasticcere e cioccolatiere atipico con un passato da gallerista d'arte e da sempre curioso indagatore delle connessioni tra arte e cibo, rinnova infatti anche per la Pasqua 2019 la mostra di uova d'autore, scegliendo stavolta come tema portante "La Moda: ombra sensibile e violenta del tempo".

L'esposizione, in scena dal 5 al 21 aprile, vedrà dunque gli spazi della Pasticceria Bompiani impreziositi da 50 uova di cioccolato fashioniste, nate dalla riflessione sulla sottile connessione tra moda e sentimento violento del tempo: ogni anno la moda distrugge ciò che aveva adorato e adora ciò che distruggerà, un processo infinito, di morte e rinascita, perfetta suggestione per le uova di Walter Musco ispirate a celebri nomi del settore, quali Chanel, Delauney, Schiaparelli, Balenciaga, Dior, Comme de Garcon, Saint Laurent, Capucci, Westwood, Valentino, Givenchy, Courreges, Armani, Rabanne, Versace, Kenzo, Gucci, Margiela, Dolce & Gabbana, McQueen, Lacroix, Prada, Pucci, Borbone, Mugler, Lagerfeld, Miyake, Gualtier ed altri ancora.

«Il couturier e lo stilista sono come quell’oculista che Proust aveva inquadrato a metafora dell’artista originale, colui che attraverso una “correzione ottica” ci conduce a una nuova visione della realtà: dinanzi ai nostri occhi si rivela il miracolo di un mondo completamente diverso e tutto quello che prima ritenevamo perfetto ora è liso, sgranato, infermo, frusto, e non vorremmo che vivere in questa nuova perfezione, così chiara e distinta, fresca come un mattino, perché il mondo è ricreato tutte le volte che uno sguardo originale lo reinventa».

Quirino Conti – “Mai il mondo saprà”

Autentiche opere scultoree tutte da scoprire, le uova di pasqua fashion saranno in mostra dal 5 aprile, data del vernissage che vedrà la partecipazione del Couturier Luigi Borbone, i cui abiti, ispiratori di 2 uova di cioccolato in mostra, saranno indossati da affascinanti modelle.

«Oggi la moda non è soltanto ciò che le donne/uomini indossano, è anche ciò che tutte le donne/uomini guardano e leggono: le invenzioni dei nostri “sarti” piacciono o irritano esattamente come un romanzo, un film o un disco. Una volta inseriti in questa grande cultura di tutti i giorni, alla quale partecipiamo attraverso tutto ciò che leggiamo e vediamo, lo stile Chanel e la moda Comme de Garcon (Courreges) formano un’opposizione che è molto meno la materia di una scelta di quanto non sia l’oggetto di una lettura. I nomi di Chanel e Comme de Garcon (Courreges) sono come le due rime necessarie di uno stesso distico. Se vogliamo tenere insieme, in modo indissociabile, queste due facce di uno stesso segno – quello del nostro tempo – faremo allora della moda un oggetto veramente poetico, costituito collettivamente per darci lo spettacolo profondo di un’ambiguità e non l’imbarazzo di una scelta inutile».

Roland Barthes – “Il senso della Moda”

Fotografie: Enzo Moscatelli

www.pasticceriabompiani.it

 
#HASHTAG