Panettone

I Panettoni al vino firmati Albertengo

16 Dicembre 2019 -
DI Redazione

Vin Santo, Brachetto e Moscato: ecco l'intrigante tris di panettoni al vino firmati dall'azienda piemontese Albertengo per il Natale 2019.

Il vino, infatti, come insegna Albertengo, non si assapora solo nel calice, ma anche nel panettone: l'azienda di Torre San Giorgio, nata in una terra di grandi vini e di forte cultura enologica, da trent'anni produce eno-lievitati d'eccellenza, giungendo oggi a oltre un milione e mezzo di prodotti, con particolare attenzione ai grandi formati da 5, 1o e 20 kg, ed esportando in ben 27 paesi.

Per questo Natale le novità sono due: il Panettone al Vin Santo Santa Cristina Valdichiana Toscana Doc 2014 e il Panettone al Brachetto d’Acqui Docg di Giulio Cocchi.

«Alla fine degli anni ‘80, sollecitati da clienti e amici, abbiamo iniziato a utilizzare il vino come ingrediente del nostro Panettone. – dicono Livia e Massimo Albertengo, titolari dell’azienda con mamma Caterina - I primi esperimenti li abbiamo fatti con il Moscato d’Asti, a cui si sono aggiunti i passiti di Moscato, il passito di Pantelleria, la grappa, i distillati e, ultimi, il Brachetto d’Acqui e il vin santo». All’impasto non vengono aggiunti solo vini dolci: funzionano anche unioni meno convenzionali, come quelle con Fiano, Torcolato e Albana.

La produzione di panettoni al vino ha rappresentato un volano di sviluppo significativo per l’azienda e ha raggiunto dimensioni importanti: quasi un quarto della produzione annuale di Albertengo, che si attesta attorno al milione e mezzo di pezzi tra panettoni e colombe.

«I primi panettoni “big size” uscirono dal forno costruito appositamente nel 1981 – raccontano i fratelli Albertengo - erano 16 e pesavano 4 chili l’uno. Un esperimento riuscito e oggi consolidato. Negli anni successivi, è stata messa a punto la ricetta del 5 chili; da una decina d’anni, è in produzione il 10 kg. L’anno scorso è stato sfornato il primo super Panettone da 20 chili, ora entrato in catalogo. Viene fatto rigorosamente a mano e necessita di 8 ore di cottura».

Tra le novità del 2019, oltre ai panettoni al vino, anche il Panettone al Marron glacé, alla Mela e alla Fantasia di frutta (arancia pesca, albicocca e ciliegia con un tocco di zenzero).

www.albertengo.com

#HASHTAG