Salone del Mobile

Il design in cifre: ecco i numeri del Salone del Mobile 2019

29 Aprile 2019 -
DI Redazione

Tempo di bilanci per la 58ma edizione del Salone del Mobile: la prestigiosa design kermesse si è conclusa con un risultato straordinario in termini di affluenza e di relazioni commerciali, a conferma della forza attrattiva e della grande capacità di coinvolgimento della manifestazione.

386.236 presenze in 6 giorni, provenienti da 181 paesi fanno registrare un incremento del +12% rispetto all’edizione 2017, che proponeva proprio come quest'anno Euroluce e Workplace3.0.

«Chiudiamo questa edizione del Salone del Mobile con un bilancio molto positivo. - commenta il Presidente del Salone del Mobile Claudio Luti - Abbiamo investito sulla qualità e abbiamo dimostrato ancora una volta la nostra voglia di fare sempre meglio, lavorando a stretto contatto con designer, artigiani, operatori della comunicazione e della cultura per continuare a produrre innovazione di prodotto e di processo e a ‘raccontare storie’ che aumentano il valore dell’oggetto di design. Il risultato è che abbiamo venduto, ma soprattutto che tutti hanno percepito il nostro entusiasmo, la nostra capacità di fare sistema e di andare oltre il mero business per offrire un‘esperienza globale, in cui quello che conta sono le idee. Il Salone del Mobile si conferma dunque un appuntamento unico nel suo genere, in grado di coinvolgere professionisti e pubblico in quello che ormai è un evento a 360° gradi, profondamente legato a Milano e alle sue istituzioni e allo stesso tempo proiettato in una realtà internazionale».

Un importante successo che riconosce al Salone il suo ruolo di motore dell'economia italiana, grazie al fertile rapporto tra impresa, città e territorio che riesce a creare ogni anno.

2.418 sono stati gli espositori, di cui il 34% esteri, provenienti da 43 paesi, suddivisi tra Salone Internazionale del Mobile, Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, Euroluce, Workplace3.0 e S.Project: di questi 550 sono stati i designer partecipanti al SaloneSatellite.

«Investimenti, creatività, entusiasmo sono le parole d’ordine di una manifestazione che ha visto gli imprenditori mettersi in gioco per contribuire al successo di un’edizione che, ancora una volta, ha dimostrato il valore di una filiera in grado di muoversi unita per vincere le sfide dei mercati internazionali. - sottolinea Emanuele Orsini, Presidente Federlegno Arredo Eventi - Un successo globale ottenuto grazie anche al deciso e convinto supporto delle istituzioni – tra cui quello di ICE che ha riconosciuto nel Salone del Mobile.Milano un player fondamentale per lo sviluppo del made in Italy nel mondo – e di Confindustria che, per la prima volta nella sua storia, ha organizzato il Consiglio Generale all’interno della manifestazione, sottolineando la necessità di portare avanti un vero dialogo con la politica per supportare e rafforzare le imprese, fiori all’occhiello dell’economia nazionale».

Grandi numeri anche per il Fuorisalone, in particolare per le principali installazioni create ad hoc per l'edizione di quest'anno, a partire da AQUA. La visione di Leonardo, che ha registrato una media di oltre 2.000 visitatori al giorno. Altrettanti sono stati i visitatori dell’installazione dedicata al genio Rinascimentale in fiera, DE-SIGNO. La cultura del design italiano prima e dopo Leonardo, curata da Davide Rampello e impreziosita dalla voce narrante di Diego Abatantuono.

Il capoluogo meneghino, animato da eventi esclusivi, ha registrato durante la Milano Design Week una crescita esponenziale di affluenza, con il solo Brera Design District invaso da ben 250mila visitatori, 20mila in più rispetto allo scorso anno.

Due i momenti speciali che hanno segnato il legame con la città di Milano e la strategica collaborazione con il Comune e con Fondazione Teatro alla Scala: il concerto diretto dal maestro Riccardo Chailly e la Cena di Gala, proprio sul palco del teatro più famoso al mondo, hanno aperto la settimana, mentre la serata a Palazzo Marino, ospiti del Sindaco Giuseppe Sala, ha celebrato la conclusione delle giornate di manifestazione dedicate al business. Durante la serata, il Salone del Mobile.Milano ha assegnato anche un Premio Speciale alla carriera che è andato a Mario Bellini, riconoscimento che vuole essere anche un ringraziamento per il contributo dato al Salone attraverso la sua collaborazione con tante aziende espositrici.

Ora non resta che godersi le nuove tendenze del design 2019 nell'attesa della prossima edizione del Salone del Mobile, in programma dal 21 al 26 aprile 2020.

#HASHTAG