Bon ton

Matrimonio: la disposizione dei posti a tavola

11 Aprile 2019 -
DI Mita Luciani Ranier

Fra le tante difficoltà nell’organizzazione di un matrimonio, particolare attenzione va data alla disposizione dei posti a tavola per chi ha deciso di cimentarsi in questo arduo compito. Alla tavola degli sposi, che è certamente quella più facile da realizzare, vanno collocati gli sposi, entrambi i 4 genitori, i testimoni, le damigelle e i garçons d’honneur. Allestite tavoli da sei o al massimo da otto persone. Evitate di disporre troppe persone che non si conoscono fra loro o il contrario. Ogni due persone conosciute mettetene il doppio che non si conosce. Generalmente familiari e parenti vanno distribuiti nei vari tavoli, mentre i bambini, per loro grande gioia, sono posizionati nei tavoli più lontani e tutti insieme fra loro.

Mita Luciani Ranier  

Biografia dell'autrice

Mita proviene da un’antica famiglia aristocratica, cresce in un ambiente dove l’etichetta e le regole del “saper vivere” non sono solo un insieme di precetti comportamentali, ma un vero stile di vita. Il suo lavoro nel campo delle Pubbliche Relazioni la spinge a voler condividere le sue competenze innate e acquisite in questo ambito. Prima in televisione, poi girando per l’Italia e all’estero, fino alla fondazione di Ieparome, International Etiquette and Protocol Academy of Rome. Lo scopo è quello di formare ragazzi, professionisti e non, che desiderano affermarsi professionalmente e personalmente.

Saper parlare in pubblico, gestire le situazioni conflittuali in ufficio, scegliere il proprio guardaroba, presentarsi correttamente ad un impegno di lavoro o preparare una tavola, sono situazioni alle quali facciamo fronte giornalmente. Accrescere le nostre competenze, significa poterle affrontare nel modo giusto e in maniera più disinvolta e naturale. Una risorsa in più per ognuno di noi.

ieparome.com

#HASHTAG