Ristoranti Milano

Un’oasi verde a Milano: La Forgiatura Bistro

08 Luglio 2020 -
DI Redazione

Un'oasi immersa nel verde, lontano dal caos metropolitano di Milano, dove rilassarsi gustando dell'ottima carne alla brace o una fragrante pinsa gourmet: in zona Certosa sorge La Forgiatura Bistro.

Il concept, aperto solo la sera, si trova all'interno de La Forgiatura, il campus aziendale a Nord-Ovest del capoluogo meneghino dove si coniugano archeologia industriale e design in un’atmosfera unica, rappresentando l'evoluzione stessa del format: da bistro dedicato al pranzo aziendale a elegante oasi serale in cui assaporare una pinsa rigorosamente lievitata 72 ore, o i gustosi piatti di carne, cotta nel forno a brace per preservare ogni sfumatura della materia prima.

Il complesso è stato oggetto di una recente riqualificazione: un tempo ex-forgiatura di Milano, dedito alla produzione industriale e artigianale, oggi è un avanguardistico campus ad alto efficientamento energetico immerso nel verde, con 30.000 metri quadri di spazi lavorativi.

Qui, lontano dal caos cittadino, La Forgiatura Bistro accoglie i suoi ospiti all’interno di ampi spazi nei quali dimenticare la frenesia metropolitana e godersi la rilassata atmosfera di un ambiente di design, che contribuisce a far vivere al meglio l’esperienza culinaria. Vanta inoltre un ampio spazio all’aperto, illuminato in maniera suggestiva. La ricercatezza della location riflette la cura che i tre soci titolari hanno scelto di porre nella selezione di ogni ingrediente e materia prima.

Dalla pinsa a lunga lievitazione che garantisce all’impasto leggerezza ed elevata digeribilità, passando per salumi e formaggi che portano sulla tavola il meglio della tradizione italiana, La Forgiatura Bistro trasforma la materia prima in una ricercata esperienza gustativa che culmina nella ricca proposta di secondi. Nel forno alimentato a brace viva, la carne viene sottoposta a cottura ad elevate temperature (+400°), che consente di esaltarne tutte le proprietà organolettiche e preservarne la tenerezza. Così è possibile gustare al meglio i ricercati tagli di manzetta prussiana, o il secreto di maiale iberico al timo con salsa al mirtillo, zenzero e patate sautè, in abbinamento ai vini accuratamente selezionati.

Una scelta, quella di offrire una proposta di alta qualità, coerente con la proposta del bistro dedicato al pranzo aziendale e sentita come naturale dai titolari, con un passato importante nel mondo della ristorazione. Davide Pavesi porta in La Forgiatura Bistro 16 anni di esperienza nel mondo dell’alta cucina, mentre il percorso di Roberto Leprotti comprende un ristorante stellato, anni nel mondo dell’enologia e una costante attenzione alla qualità della materia prima. Alle loro si aggiungono le competenze imprenditoriali di Tino Zocco: un incontro che ha permesso di affrontare con spirito d’innovazione questo periodo difficile. «Abbiamo scelto di rispondere con fiducia a questo momento complesso: sapevamo di avere gli spazi e soprattutto le competenze necessarie per offrire una proposta serale di alta qualità. Quella che abbiamo intrapreso non è soltanto una strada alternativa all’attività diurna, ma un nuovo percorso che le si affiancherà».

#HASHTAG