Bon ton

Inviti all’aperto: è consigliabile presentarsi con un dono?

01 Luglio 2019 -
DI Mita Luciani Ranier

Con l’estate giungono anche molti inviti all'aperto, piacevoli serate da trascorrere in suggestivi giardini o terrazzi. Al dil là del posto dove andare, abbiamo sempre il dubbio di dover portare qualcosa e come farlo. Partendo dal presupposto che tutti gli inviti vengono prima o poi ricambiati, fino a qualche tempo fa, nulla veniva portato, se non in occasioni speciali tipo compleanno, lauree, matrimoni e ricorrenze simili. Il motivo è presto spiegato: la padrona di casa si trova spesso nell’imbarazzo di ricevere regali mentre, si sa, ha altro da fare, o ad esempio non vuole mettere a disagio chi non ha pensato a fare altrettanto. Nel frattempo le consuetudini sono cambiate ed è difficile trovare oggi qualcuno che arrivi a mani vuote. Quando siamo in grande confidenza il problema non si pone e possiamo presentarci con una bottiglia di vino in mano, un dolce o un mazzo di fiori per la nostra padrona di casa. Le cose cambiano se l’invito è più formale o magari è la prima volta che siamo invitati. Vi suggerisco a questo punto la formula del prima o del dopo. Mandate fiori, cioccolatini o magari anche un pensiero prima della cena. Se non ne avete il tempo, lo farete recapitare, integrando il dono con un biglietto di ringraziamento per la bellissima serata trascorsa. Se optate per non portare nulla non sentitevi a disagio, ma ricordate di chiamare sempre il giorno dopo: nulla è più gradito di una telefonata a testimoniare il piacere di essere stati insieme.

Mita Luciani Ranier

ieparome.com

 
#HASHTAG