Lighting Design

Il bosco di luce firmato Kundalini

11 Marzo 2020 -
DI Redazione

Atmosfere incantate caratterizzano gli ambienti domestici pennellati da tocchi di luce emanati da scrigni preziosi dalle linee sinuose e geometrie inusuali: ecco le creazioni di lighting design firmate Kundalini.

Kushi Wood e Kushi XL Kundalini design by Alberto Saggia & Valerio Sommella

Kushi, dal giapponese "spiedino", è una collezione di lampade dalla forma tondeggiante e apparentemente morbida e soffice, quasi organica, trapassata da parte a parte da una sottile bacchetta, un ensemble che evoca ricordi lontani e familiari: uno spiedino appunto, un marshmallow, una mela candita. Una linea di lighting design in cui coesistono due elementi puri e antitetici, sia nella forma sia nella sostanza: così lo stelo metallico, rigido, freddo e materico, declinabile in nero, rame oppure ottone, si contrappone alla morbidezza vellutata delle curve del diffusore in vetro soffiato e acidato, convivendo nello stesso spazio, in continua e reciproca relazione. Kushi XL, in particolare, è disponibile nella versione da terra, da tavolo e a sospensione.

Azou Kundalini design by Chris Basias

La gioia dell'esplorazione è il punto di partenza per la creazione della lampada a parete Azou, caratterizzata da una struttura in metallo verniciato e dal disco in onice o marmo. Ogni punto luminoso del sistema, dalle infinite possibilità di composizione, rappresenta la tappa di un viaggio, una continua ricerca per raggiungere la propria destinazione. «Collegati da un filo, i punti rappresentano tutti i luoghi, dalla A alla Z, da esplorare durante il percorso. Ouranos, dal greco cielo, simbolo di libertà e ambizione, dona la sue prime due lettere al nome della lampada. Così è svelato il senso di Azou: iconico e denso di significato».

Lannà Kundalini design by Noè Duchaufour Lawrance

Durante le loro manifestazioni più importanti i Lanna, antica popolazione thailandese, liberavano in cielo centinaia di lanterne volanti. Da questo particolare rito e dagli oggetti che lo caratterizzano trae ispirazione la lampada Lannà. Il suo diffusore in vetro opale incamiciato, morbido e vellutato, è sospeso in equilibrio all’interno di una struttura in metallo con finitura ottone o nero. La luce calda e avvolgente conferisce agli ambienti un’atmosfera estremamente elegante e raffinata. Quando sospese in composizioni multiple le lampade ricordano le suggestive notti stellate illuminate dalle lanterne volanti che si alzano in volo leggiadre ed eteree. Disponibile in finitura nera o ottone, Lannà prevede la declinazione nelle versioni da tavolo e a sospensione.

Lilli Kundalini design by Cristina Celestino

La lampada a sospensione Lilli trae ispirazione dall’equilibrio del mondo floreale in cui colori, forme, e dimensioni convivono in perfetta armonia. Lilli richiama la forma del fiore giglio martagone, una pianta di rara eleganza. Allo stesso modo l'accessorio riempie e illumina lo spazio con un indistinguibile carattere, colpendo per le sue forme preziose a cui si abbinano perfettamente il candore del vetro e la delicatezza della struttura in ottone.

Nami Kundalini design by Alberto Saggia & Valerio Sommella

Nami, dal giapponese "onda", è una metafora di luce: l’onda di vetro che rinfrange la luce delle molteplici sorgenti luminose celate al suo interno. Il vetro e la luce, i due elementi chiave della lampada a sospensione Nami, convivono in armonia esaltandosi e valorizzandosi a vicenda. La texture del prezioso vetro stampato e curvato moltiplica i riflessi di luce creando giochi di contrasti che sfumano e si trasformano in continuazione, con il mutare delle prospettive. Al contempo la luce mette in evidenza la perfetta matericità del vetro. La cornice in metallo verniciato, infine, definisce i contorni dell’elemento dando all’insieme solidità ed eleganza.

Opyo Kundalini design by Cristina Celestino

Il mondo naturale è la principale fonte di ispirazione nella progettazione della collezione di lampade Opyo. Ispirate ai baccelli di papavero, simbolo di semplicità, si inseriscono con un accento giocoso e originale negli interni. Quando accostate l’una alle altre esprimono il massimo della loro potenzialità e conferiscono all’ambiente un’atmosfera raffinata. Declinata nelle versioni da terra e a sospensione, in tre diverse finiture: ottone, bianco/ottone, e corallo/ottone.

Tatu Kundalini design by MrSmith Studio

Tatu, in lingua swahili "tre", vive in un equilibrio geometrico di volumi e forme triangolari. Tradizione e modernità sono gli elementi essenziali che convivono nella lampada da tavolo, il cui risultato è la reinterpretazione nel presente di una classica abatjour. Il diffusore in vetro richiama alla memoria un passato familiare, la struttura leggera e minimale ricorda la silhouette di un cristallo che custodisce al suo interno un cuore di luce. Il contrasto fra il volume bianco satinato del diffusore e i sottili riflessi della struttura è alla base dell’unicità di Tatu.

www.kundalini.it

#HASHTAG