Vino

I Migliori Vini Italiani di Luca Maroni in scena a Torino

09 Maggio 2019 -
DI Redazione

Le eccellenze vitivinicole italiane protagoniste a Torino in occasione della kermesse I Migliori Vini Italiani di Luca Maroni, in scena nella città della Mole dal 17 al 19 maggio, nella splendida cornice di Palazzo Saluzzo di Paesana.

Circondati dal fascino nobiliare delle sale dell'antico edificio, risalente al 1722, l'analista sensoriale del vino Luca Maroni è pronto a intraprendere un viaggio emozionale alla scoperta delle migliori etichette di Piemonte, Liguria e Val d’Aosta, oltre 100 bottiglie tutte da scoprire.

Si parte il 17 maggio con la premiazione dei migliori produttori delle tre regioni, presentati da Luca Maroni e inclusi nell’Annuario de I Migliori Vini Italiani, da ventisette anni preziosa summa della produzione vitivinicola del Belpaese, dedicato quest'anno al genio di Leonardo da Vinci.

«Nel 1519 moriva Leonardo da Vinci, sommo italiano, figlio di produttori di vino – racconta Luca Maroni - che amava così tanto il vino da produrlo, berlo, studiarlo, descriverlo e desiderarlo già allora privo di difetti di trasformazione. Alla memoria di Leonardo nel cinquecentenario della sua morte, dedico allora l’Annuario 2019, certo che il vino italiano di oggi, renderebbe orgoglioso anche lui per la grandissima piacevolezza che ha raggiunto».

L’enologo ha compiuto un complesso lavoro nelle Cantine Leonardo da Vinci ristrutturando completamente la linea dei vini dedicati a Leonardo e realizzando un documentario sul rapporto fra l'artista e il vino, che sarà presentato durante la serata di apertura e premiazione.

Nell'ambito della prima giornata ampio spazio sarà dato poi alle degustazioni e agli abbinamenti con il food con l'evento "Pane al Pane, Vino al Vino", con protagonista, oltre al vino, anche il gustoso pane di Luca Scarcella, panificatore torinese dall'esperienza ventennale, titolare de "Il Forno all'angolo".

Il pubblico attraverso i vini verrà condotto alla scoperta dei sentori della terra, dei profumi della vigna e la meraviglia di due degli alimenti più importanti della vita, il pane e il vino, compiendo un percorso verso le nostre radici.

Si prosegue poi nei giorni successivi con i tasting sensoriali di Luca Maroni, tra i quali "Frutta, Fiori Bacco in Città", in collaborazione con le sorelle Martone, fondatrici del laboratorio olfattivo Labsolue di Milano, un suggestivo viaggio tra essenze profumiere e vino, o ancora le degustazioni in abbinamento ai prodotti dell'Associazione Chicche della Tuscia.

Un'occasione unica per scoprire il metodo di analisi sensoriale del vino di Luca Maroni, basato su consistenza (il vino consistente è ricco di colore alla vista, di profumo, di sapore e possiede un tatto denso e viscoso), l'equilibrio (il vino equilibrato ha sapore morbido e armonico) e l'integrità (il vino è integro quando il sapore e il profumo del frutto costitutivo sono avvertiti nella loro totale pulizia e novità).

Inoltre, in base a un'analisi di punteggi, che ne rispecchiano la qualità, si porrà attenzione sul fatto che il comparto vinicolo in Italia stia attraversando un ottimo periodo, confermandosi leader qualitativo e quantitativo nel mondo. Luca Maroni ha infatti commentato: «Mi hanno chiesto durante un’intervista quanto sia forte l’appeal del vino italiano nel mondo: la risposta è grandissimo. Passa attraverso quello che i viticoltori sono in grado di produrre grazie alla loro umanità e arte».

www.imigliorivinitaliani.it

#HASHTAG