Gelaterie di Roma

Le migliori gelaterie di Roma: 5 indirizzi da provare

05 Luglio 2019 -
DI Redazione

In una delle estati più calde degli ultimi anni, com'è quella del 2019, è fondamentale trovare ristoro nella freschezza di un buon gelato artigianale: ecco 5 gelaterie di Roma da provare.

Gelaterie di Roma: Otaleg

Presente sia a Colli Portuensi che nel cuore di Trastevere, Otaleg è il regno dell'arte fredda di Marco Radicioni. La sede di Trastevere, in particolare, è diventata ormai un punto di riferimento per gli ice cream lover della capitale: i 30 gusti in vetrina si affiancano alla produzione di golosi yogurt. Il segreto? Il gelato artigianale di Otaleg artigianale ha zero coloranti, zuccheri superflui e additivi ed è preaparato in laboratorio attraverso l'impiego di un tradizionale bollitore che, a differenza del pastorizzatore, permette al mastro gelaterie di intervenire nella ricetta in ogni momento, dialogando con la preparazione mentre è in corso. Una lavorazione lenta e laboriosa che porta però a un risultato strepitoso e a una cremosità avvolgente. Ad impreziosire il tutto la varietà eclettica dei gusti proposti: non solo classici, ma anche golose interpretazioni, come Senape, Gorgonzola con cioccolato biondo e nocciole, Passion fruit con gruee di cioccolato, Fico d’india, Susina Sangue di Drago, Vaniglia Bourbon del Madagascar e Zenzero.

Gelaterie di Roma: Claudio Torcè

«Ho voluto scrivere un’altra storia, che parla di gelato in un modo nuovo e sorprendente. Per farlo, ho sostituito lo zucchero bianco con il fruttosio e ho deciso di utilizzare solo latte e panna ad alta digeribilità. Ho reso il mio gelato più sano e per tutti, con tutto il gusto e la cremosità di sempre». Così il mastro gelatiere Claudio Torcè racconta il suo gelato, realizzato con materie prime di alta qualità e servito con cialde e coni privi di glutine, all'insegna del gusto e della salubrità. Tre gli indirizzi nella capitale: viale dell’Aeronautica, viale Aventino e viale Marconi. Non solo il classico gelato dolce, ma anche tante varianti di gelato gastronomico: «Chi l’ha detto che il gelato dev’esser solo dolce? Il gelato salato può esser consumato da solo, per esaltarne il gusto e la purezza, o in abbinamento ad altre portate, per dar vita a sapori innovativi». Spazio allora, accanto all'ampia gamma di gelati tradizionali, a gusti estrosi come Burro e alici, Foie gras o Marsala, passando per il Gorgonzola o il Sesamo.

Gelaterie di Roma: La Gourmandise

Equilibrio di sapori e stravaganza negli abbinamenti: a La Gourmandise dello chef Dario Benelli, nel cuore di Roma a via Felice Cavallotti, nasce un gelato artigianale originale e gustoso, profumato al timo, al ginepro e all'elicriso, ingredienti inediti nel mondo della pasticceria, e altamente digeribile grazie all’impiego di latte di capra maltese. Tutti i prodotti sono inoltre gluten free e molti gusti sono realizzati senza lattosio per chi è intollerante. Ecco allora gusti avvolgenti come Crema al Timo e Limone, Mostarda di fichi al gelsomino o Zafferano al croccante di noci, mentre, tra le proposte senza lattosio, Mora di gelso e violettaPesca al chiodo di garofano o Frutto della passione al tè verde. Per i più golosi da provare i bonbon e i croquembouche di gelato, rispettivamente praline di cioccolato ricoperte di gelato e bignè glassati al caramello ripieni di gelato alla crema.

Gelaterie di Roma: Selina

Un gelato dall'anima pop e fuori dagli schemi, declinato in eclettiche varianti, come Apple pie, Oreo, Cheesecake, Brownie, Passion fruit, e poi Soft ice cream, Bubble waffle, Cookies: Selina Ice Cream ha aperto da poco nel quartiere Montesacro di Roma, proponendo gusti imprevedibili, golosi bubble waffle da personalizzare e dolci della classica bakery americana. Il tutto in uno spazio contemporaneo e smart, accogliente e funzionale, animato da un'atmosfera informale, impreziosita da arredi in legno e ferro e colori materici ispirati alla terra e alla natura.

Gelaterie di Roma: Cremilla

Un concept che unisce in un'unica formula gelateria e pasticceria: 24 carapine in continua rotazione, fontane di cioccolato, due tipi di panne montate e una variegata proposta di golose dolcezze. Cremilla, in via di Porta Castello, è la sosta golosa perfetta per tutti gli ice cream lover, anche per quelli vegani, vista la grande presenza di gusti privi di ingredienti di origine animale e senza glutine, come il cioccolato fondente a base di acqua, le frutte realizzate con oltre il 50% di frutta fresca e i gusti a presidio Slow Food, tra cui la mandorla di Toritto e il biscotto di meliga. Il gelato Cremilla, realizzato esclusivamente con un addensante naturale, la farina di semi di carruba siciliana, è privo di additivi artificiali e viene mantecato continuamente nel laboratorio a vista, garantendo un prodotto sempre fresco e cremoso. Menzione speciale per i gusti Mediterraneo, con mandorla, crumble e scorza d’arancia, Mascarpone, realizzato con mascarpone fresco, Bacio di Cremilla, con crema alla nocciola, cioccolato gianduia e mandorle tostate, Pistacchio di Stigliano, preparato con il frutto proveniente dal piccolo comune della Basilicata in provincia di Matera, o la Nocciola dei Monti Nebrodi.

   
#HASHTAG