Ristoranti Roma

Ferragosto a Roma: i ristoranti da non perdere

10 Agosto 2019 -
DI Redazione

Il pranzo di Ferragosto è alle porte ed è tempo di scegliere la meta gourmet per trascorrere una giornata all'insegna del gusto e del relax: ecco una selezione di ristoranti per chi trascorre il Ferragosto a Roma.

Imago all'Hassler - 1* Michelin

Per un'esperienza gourmet indimenticabile, il luogo perfetto è il ristorante una stella Michelin Imàgo all'Hotel Hassler, guidato dallo chef Andrea Antonini, giovane talento romano: la sua filosofia mette al centro i prodotti, la cultura e la tradizione italiana, potagonisti anche per il menù di Ferragosto. Sulla bellissima terrazza dell’Hassler, unica al mondo, lo chef darà vita a un’esperienza indimenticabile, con lo sguardo volto al panorama e il palato ai suoi piatti. Niente illusioni, ma una cucina diretta, realizzata con ingredienti pregiati italiani e un grande lavoro quotidiano.

Salone Eva/Palm Court all'Hassler

Per il Ferragosto a Roma, nel bellissimo giardino segreto del Palm Court, lo chef Marcello Romano, grande amante della cucina romana, proporrà i piatti tipici della stagione, giocando con ingredienti come i fiori di zucca, le melanzane, i datterini gialli per comporre una proposta che mantiene il gusto della tradizione. La cucina del Salone Eva è infatti basata sulle tradizioni romane e campane: nessuna ricetta è a caso, ma tutto è costruito per far diventare arte i piatti della tradizione, conferendogli un gusto contemporaneo. Tra le portate simbolo Insalata di polpo glassato alla luciana, Frittata di fiori di zucca e ricotta, Tonnarelli fatti in casa ai tre pomodori con crema di latte di bufala, Ravioli di coda alla vaccinara, Linguine all’astice con datterino giallo o Filetto di spigola al forno con salsa scarole e olive nere, per finire in dolcezza con Cubo di cioccolato del Madagascar.

Il Palazzetto

Creato e voluto da Roberto E. Wirth, Proprietario e General Manager dell'Hassler Roma, Il Palazzetto è divenuto in breve tempo un vivace punto d’incontro per un pubblico dinamico e di tendenza, nonché la location prediletta per chi vuole soggiornare nella Capitale in un ambiente intimo e riservato che offre al contempo un servizio di alto livello. Il Palazzetto dispone di due meravigliose terrazze panoramiche situate al quarto e al quinto piano da cui si gode di una vista mozzafiato sulla Chiesa di Trinità dei Monti, su Piazza di Spagna, dove ‘troneggia’ la famosa fontana ‘La Barcaccia’, e sui pittoreschi tetti e cupole del centro storico. Un luogo esclusivo dove ritrovarsi con gli amici, concedersi momenti rilassanti degustando un buon calice di vino o un cocktail, accompagnato da stuzzicanti sfiziosità, pizze e dessert.

Mirabelle Restaurant all'Hotel Splendide Royal

Una terrazza gourmet con vista da Villa Medici a Trinità dei Monti, fino a San Pietro e al Gianicolo, verso il parco di Monte Mario e una raffinata accoglienza sono le vere protagoniste del ristorante Mirabelle. Qui la cucina ha un carattere autentico e distintivo: legato al territorio, umbro e romano in particolare, lo chef Stefano Marzetti accosta abilmente la tradizione con l'innovazione, creando piatti cucinati con passione e dall’eleganza sofisticata in uno dei roof garden più spettacolari di Roma. «La cucina è un po’ come Roma, ci sono nato e cresciuto - racconta lo chef - ma tuttora quando torno a casa in bicicletta, magari di notte dopo aver lavorato, scopro sempre degli angoli che non avevo notato fino a quel momento. Ecco è proprio così la cucina, una continua sorpresa per me e anche per chi la assaggia. Il mio è uno dei lavori più belli al mondo, faccio star bene le persone: non sono un chirurgo, non salvo vite, rendo piacevoli dei piccoli momenti e per me è una grande cosa. Regalare emozioni, unire momenti magici, momenti senza tempo, essere partecipe di quella piccola gioia per me è tutto».

Ginger Sapori e Salute

La Chef Sharon Landersz di Ginger Sapori e Salute, italiana di origini cingalesi, propone per il Ferragosto a Roma piatti e ricette appartenenti alla memoria italiana e mediterranea, avvolti in delicati profumi speziati, dai sentori piacevoli e inaspettati. Un’alimentazione sana, con prodotti sempre freschissimi e con preparazioni attente a mantenere più integri possibili tutti i principi nutritivi, orientata alla ricerca dell’equilibrio tra salute, benessere e gusto, oltre che alla convivialità e al piacere di stare insieme.

Pesciolino

Un angolo di relax nel cuore della capitale: il Ferragosto da Pesciolino, vestito dei colori del cielo, del mare e del sole splendente, tra oro e azzurro, vedrà lo chef Fabio Pecelli proporre una cucina di pesce vera, immediata e di totale freschezza, rispettosa delle stagionalità ittiche e sospesa tra vocazione gourmand e tradizione. Tra i piatti proposti i Bottoni con burrata e impepata di cozze con pasta fresca fatta in casa e le Linguine di kamut biologiche del "Pastificio Felicetti" all’astice con pomodoro e dragoncello, le Seppie alla Luciana con salsa di pomodoro, cipolla, olive, capperi e patate; la "Sedice... Ceviche!", ovvero una ceviche con petali di ricciola marinati, succo di limone, cipolla, pomodoro e avocado, e la Porchetta di tonno rosso affumicato con crema di pinoli ed erbe spontanee.

Verve al Dom Hotel

Sulla terrazza fresca e raccolta del Verve al Dom Hotel, tra i tetti di Via Giulia e con il gianicolo in lontananza, il concetto fondamentale della cucina espressa dallo chef Adriano Magnoli è l’essenzialità: nessun elemento del piatto è in eccesso, nessuna concessione al barocchismo, ma si torna alle origini del prodotto protagonista della ricetta, mantenuto integro e sempre riconoscibile. Il sapore del menù di Ferragosto è quindi intenso e netto, sempre a favore di una giusta sapidità, di un pizzico di amaro e con alcune dolcezze inaspettate che danno equilibrio. Tra i primi piatti figura lo Spaghettone Aio e Oio, i Friggitelli e Bianchetti, dove la dolcezza del friggitello accompagna la cremosità della salsa aglio e olio. Altro piatto di ispirazione romana è la Fettuccella Cacio e Pepe con carciofi e animelle, fatta a mano, arrotolata e croccante sotto. Immancabile piatto di Ferragosto è poi il Pollo con i peperoni, uno dei piatti simbolo della domenica estiva in famiglia, che racchiude in sé una sorpresa; il pollo tirato finissimo e richiuso a formare un saccottino impreziosito dalla crema di peperoni. E ancora Agnello Cacio e Ovo con erbette di campagna, dove il cacio e l’uovo sono la parte fredda e giocosa del piatto, in contrasto con l’agnello caldo. Si finisce in dolcezza con un omaggio alla città, i Sampietrini di Roma, dove cubetti croccanti ripieni di ricotta e miele e panpepato si alternano a una frolla di visciole.

Madre

Il posto perfetto per il Ferragosto a Roma, tra luce e ombra, tra acqua che scorre e fresca vegetazione: il ristorante Madre. Entrando è immediata la sensazione del viaggio, venendo trasportati in una accogliente posada sud americana grazie agli arredi, le folte piante, il rumore dell’acqua delle fontane a parete che scorre. L’atmosfera è ospitale e avvolgente, il tempo qui sembra scorrere lento, eppure è pieno di momenti di pura meraviglia. Lo chef Andrea Sacerdoti propone una cucina che accomuna sapori sudamericani e spagnoli alla tradizione italiana, passando dalla freschezza della ceviche, alla gustosa pizza preparata rigorosamente con pasta madre, ai fragranti maritozzi dolci e salati.

#HASHTAG