Ristoranti Roma

Tra le vie della Dolce Vita romana rinasce Jackie O’

27 Settembre 2019 -
DI Redazione

Storico locale dedicato alla più celebre delle first lady e raffinata meta gourmet della Dolce Vita romana, il ristorante Jackie O' rinnova il suo look presentandosi in una nuova e sosfisticata veste, nata da un accurato restyling ispirato alle atmosfere glamour anni '70.

Situato tra le vie più eleganti della capitale, nel quartier generale dell’alta borghesia capitolina, luogo di ritrovo per intellettuali e celebrità della Roma notturna del tempo, Jackie O’ nasce infatti nel 1972 dalla volontà di Gilberto Iannozzi e della moglie Beatrice, diventando in breve tempo punto di riferimento per gli appassionati del piano bar e gli amanti della buona tavola.

In una traversa di Via Veneto, il concept è un chiaro omaggio all’icona di Jacqueline Kennedy Onassis voluto da Gil Cagnè che all’epoca curava le pubbliche relazioni, e si conferma ancora oggi un locale senza tempo, un ambiente elitario di classe, esclusivo e originale, sotto la guida di Veronica, nuova generazione Iannozzi.

Il progetto di restyling a cura dello studio di Fabrizia Frezza, ricercato negli arredi di design e modernariato, impreziosisce gli interni con sedute di pelle e poltroncine di velluto, dall’atmosfera intima e sofisticata, rivelandosi il luogo perfetto per ospitare una cucina ricercata e di respiro internazionale.

Varcare l'ingresso di Jackie O' è come fare un vero e proprio tuffo nel passato: luci soffuse accolgono i clienti, riflettendosi su specchi e vetrine deputate a custodire bottiglie di liquori, mentre le pareti sono impreziosite da una tappezzeria da collezione. Uno spazio intimo e poliedrico perfetto per sorseggiare raffinati cocktail, trascorrendo una serata non banale in un ambiente curato nei minimi particolari.

Anche sul fronte del gusto il nuovo ristorante offre un’esperienza unica costruita su misura dell’ospite: in cucina una coppia affiatata di giovani chef Federico Sparaco e Stiven Toro sono pronti a soddisfare i palati di un pubblico variegato ed esigente, con un richiamo ai ruggenti anni '80. La mise en place curata al dettaglio, il servizio puntuale e preciso, esaltano un menù elaborato e versatile.

Oggi come allora in carta è presente il Riso al Salto, intramontabile piatto del Jackie O’, ma ampia è anche la proposta di primi piatti a base di pasta, con una nutrita offerta di pasta ripiena fatta in casa e di portate come lo Spaghettone Felicetti in versione carbonara o cacio e pepe, mentre il pane proviene direttamente dal forno dello chef tristellato Niko Romito. Elevata poi la qualità della carne e del pesce, in particolare nella sua cottura alla griglia. Massima trasparenza e professionalità nel servizio della tartare, un piatto che viene preparato direttamente al tavolo sotto gli occhi vigili e curiosi del commensale.

Federico Prodon, Pastry chef e volto televisivo nella cucina de La Prova del Cuoco, firma infine alcuni dei dolci presenti in carta, come il White Chocolate, il Profitterol cocco e lamponi e la Cheesecake al passion fruit e cocco.

Raffinata e di qualità la selezione dei vini e la carta dei drink che accompagnano la scelta musicale del club, con performance live durante il dopocena del venerdì e del sabato.

www.jackieoroma.com

#HASHTAG