Libri Mixology

Diventare barman: Ilias Contreas si racconta in un libro

03 Giugno 2020 -
DI Redazione

«Se non hai un lavoro o non sei soddisfatto di quello che fai, allora diventare barman (o per meglio dire bartender) potrebbe davvero cambiarti in meglio la vita».

Così Ilias Contreas, 37 anni, romano e imprenditore millennial nel settore Horeca, si racconta dalle pagine del suo nuovo libro "Diventare barman. Come iniziare una carriera professionale e avere successo in tempo di crisi. (Anche se sei un giovane senza esperienza)", un'avvincente autobiografia edita da Europa Edizioni.

Obiettivo di Contreas è narrare la propria esperienza per lanciare un messaggio ai tanti giovani in cerca di un futuro e agli adulti che, delusi o in crisi, desiderano cambiare vita. La sua autobiografia è rivolta anche ai genitori che vogliono aiutare i figli a rispondere alla fatidica domanda: "Cosa vuoi fare da grande?".

"Diventare barman" è nato qualche anno fa, autoprodotto, raccogliendo uno stuolo di 'seguaci', confluiti alla MIXOLOGY Academy, creata da Contreas insieme al socio e amico Luca Malizia per insegnare a diventare bartender di successo, partita nel 2008 e con sede a Roma e a Milano; ora il volume esce per Europa Edizioni, dedicato a «tutte le persone che non hanno e non avranno mai paura di realizzare i propri sogni».

L’autore racconta in 150 pagine ricche di testimonianze come, per tanti millennial, la vita dovrebbe essere uno "studio del mondo", mirata a viaggiare, conoscere e ampliare i propri confini.

«Al giorno d'oggi i giovani sono ancora legati all’idea di seguire un percorso tradizionale, andando all’università per poi cercare a tutti i costi un lavoro fisso, imbarcarsi in un mutuo (ammesso che glielo concedano) e mettere su famiglia. E chi dice che non si possa fare qualcosa di diverso? Come frequentare un corso per apprendere la professione del barman, ad esempio, invece di diventare l’ennesimo avvocato, medico o architetto, per poi iniziare a viaggiare e lavorare in giro per il mondo», sottolineando come la scelta di diventare Barman, o bartender, è la migliore per chi desidera un lavoro «stimolante, gratificante, divertente, (ben) retribuito».

Lo stesso autore inizia così la sua carriera nel beverage dopo un viaggio a Londra che lo porterà in breve tempo a realizzare tutte le sue aspettative, passando da disoccupato a barman, e poi da bar manager a imprenditore. Infatti, sottolinea Contreas, «la storia ci insegna che quello che funzionava ai tempi dei nostri nonni o dei nostri genitori non necessariamente oggi o a maggior ragione domani, porterà agli stessi risultati». E avverte, scrivendo a un tu con uno stile molto americano: «È tuo dovere capire cosa vuoi dal tuo futuro e cosa fare da grande per ottenerlo, perché non sarà certo la società in cui viviamo ad aiutarti a realizzare i tuoi sogni. In un mercato sempre più competitivo è fondamentale evolversi e per fare questo l'apporto dei giovani portatori di nuove idee e figli di quello stesso mercato è assolutamente vitale per la sopravvivenza».

www.corsiperbarman.it

#HASHTAG