Dining

Ispirazioni materiche: il dining Antes Design

14 Marzo 2020 -
DI Redazione

Emblema di grande ricercatezza materica e artistica frutto della migliore lavorazione artigianale, la collezione di arredi Antes Design sperimenta ambiziosi traguardi nell'ambito del lusso d'interni di gusto contemporaneo.

Il giovane brand milanese fondato da Antonella Tesei prosegue infatti il discorso della ricerca progettuale improntata su una profonda cura delle superfici e dei dettagli, proponendo una linea di arredi poetica e misurata, in grado di unire forme essenziali a segni grafici decisi, variamente composti tra loro a creare inedite texture.

Vere e proprie architetture in miniatura, boiserie, tavoli e sedute,abbinano sottili strutture metalliche a superfici rivestite in molteplici essenze lignee in grado di emozionare, trasmettendo una percezione di calore e morbidezza. Uno speciale gioco ottico svela da vicino la trama dei materiali, mentre da lontano cattura lo sguardo con le suggestive composizioni grafiche. A caratterizza i pezzi firmati da Antonella Tesei, in particolare, colpisce l'interpretazione creativa dello specchio, inteso come elemento compositivo, materico e non come superficie riflettente. La purezza formale, i dettagli sartoriali e la pacata eleganza tipica dei mobili orientali, a cui da sempre si ispira la designer, sottendono l'intera collezione.

In linea con la sperimentazione del brand, lo studio delle superfici - che vanno dalle raffinate essenze in legno naturale alla preziosa versione “effetto tessuto” – e il segno grafico deciso caratterizzano la boiserie Lamon, declinata in diverse varianti a disegno geometrico, composte tra loro a favore di un forte impatto visivo. Concepita per essere abbinata ai mobili contenitori della collezione, la boiserie può rivestire sia pareti sia porte per ambienti dall'immagine coordinata.

Il piano in legno effetto tessuto di Aroon, tavolo da pranzo con struttura in massello di noce canaletto, può essere realizzato in un’unica finitura o con scenografiche campiture a contrasto.

Le medesime soluzioni sono disponibili sia per la seduta e lo schienale, lievemente curvati, della sedia Noora - interamente in legno di noce canaletto, caratterizzata da seduta e schienale pieni, lievemente curvati, rivestiti con finitura in legno effetto tessuto - sia per quelli perfettamente tondi della sedia Eva - realizzata con una struttura in metallo verniciato ottone, bronzo scuro, rame, silver o antracite, e seduta e schienale rivestiti in legno o con finitura in legno effetto tessuto. Le linee curve di schienale e seduta dialogano per contrappunto con la geometria rigorosa della struttura attraverso uno studiato gioco di pieni e vuoti. Quest’ultima è proposta anche nella versione con schienale in metallo e foro centrale, a esaltarne la perfetta geometria.

Se il piano del tavolo da pranzo Kanan, articolato in tre elementi lignei caratterizzati da pattern diversi ma modulati in un’unica nuance di colore, dal blu, al grigio, dal nero al tortora, introduce la possibilità di una decisa variante grafica, nel coffee table Kanan la composizione di diversi elementi è espressa attraverso lo specchio. Questo, invece di riflettere la realtà, guarda alla propria sostanza materica: le macchie di argento liquido che lo contraddistinguono si uniscono ai naturali processi ossidativi e generano disegni mutevoli di grande impatto scenografico.

A esaltare l'essenzialità del tavolo Ela interviene la trasparenza del piano in vetro extrachiaro temperato o la matericità del piano in acciaio Cor-Ten. Il complemento, proposto in forma rettangolare, ovale o rotonda, presenta leggere e sottili gambe in metallo, disponibile nelle finiture ottone chiaro, bronzo, rame, silver, nero satinato o vernice RAL.

www.antesdesign.it

                 
#HASHTAG