Cucine

Stile vissuto: le più belle cucine industrial

04 Maggio 2020 -
DI Redazione

Atmosfera vissuta dal gusto squisitamente metropolitano, materiali naturali, finiture rustiche, complementi d’arredo in metallo, faretti, lampade e lampadari che ricordano quelli tipici delle fabbriche: ecco alcune tra le più belle cucine in stile industrial.

Industrial Chic L'Ottocento

Con la cucina Industrial Chic, L’Ottocento punta su un design che ricorda le linee dello stile post-industrial rivisitato in chiave elegante e domestica. Disinvolta modularità e carattere sono le chiavi di lettura dell’idea progettuale di questa cucina in legno frassino, caratterizzata dall'anta con piccolo telaio, completa di maniglia incassata sulle basi e maniglia archetto su pensili e colonne, dove lo spirito contemporaneo incontra una sofisticata leggerezza.

I blocchi free standing, la maestosa cappa in acciaio con finitura vintage e le grandi ante scorrevoli con meccanismo a vista sono tra gli elementi distintivi di Industrial Chic, componenti da combinare in cucine con isola e penisola, moderne e versatili, mantenendo uno spiccato carattere metropolitano. Molteplici sono le possibilità di combinazioni cromatiche ed architettoniche di Industrial Chic, per rispondere ad ogni gusto con composizioni personalizzate e coordinate, fino a comprendere gli spazi dedicati al soggiorno.

www.lottocento.it

Steel di Leicht

Suadenti e luminose superfici in acciaio si accostano ad eteree vetrine integrate nella zona preparazione, dando vita a un'atmosfera familiare, che fonde in un unico ambiente living e cucina dalle accattivanti suggestioni industrial.

Impregnate da un'allure sofisticata, le gamme di superfici Steel di Leicht, da oggi disponibili nella nuova tonalità “ferro fumoso” esaltano l'atmosfera intima e moderna della composizione presentata dal brand tedesco, completata dagli espositori in filigrana Vero, caratterizzati dal connubio fra struttura in metallo anodizzato e vetro colorato, ponendosi come estensione perfetta per le sfumature delle superfici e azzerando con le sue funzionalità i confini fra zona giorno e cucina con armonia e stile. Gli espositori Vero all'interno possono essere rivestiti in legno, melaminico o cemento, oppure con lacca opaca o lucida. In particolare, la versione laccata offre un ampio ventaglio di colori: tutte le sfumature del catalogo Leicht e la gamma esclusiva Les Couleurs® Le Corbusier, composta da 15 tonalità sviluppate dal celebre architetto.

Parte di questo ensemble è un'isola funzionale con piano di lavoro in legno di noce massiccio nel frontale Steel effetto acciaio. La bellezza industrial dei materiali impiegati per Steel deriva da un particolare processo di lavorazione, nell'ambito del quale un'emulsione speciale viene aggiunta alla polvere di acciaio tinta, esaltata da un effetto ruggine creato con l'aggiunta di acido, lucido e laccato opaco. Il risultato è una struttura simile a metallo appannato, dall'affascinante estetica industrial.

Ad esaltare l'esposizione intervengono anche i sistemi di illuminazione collegati verticalmente, regolabili per intensità e variazione di colore.

www.leicht.com

Carmen Top Lops

Fascino urban per Carmen di Top Lops, modello dall'anima industrial-chic: una cucina concepita per adattarsi ad ampi loft, spesso in continuità con la zona living, in cui legno e metallo si fondono insieme dando vita a uno stile spiccatamente metropolitano, richiamando le atmosfere degli spazi urbani.

Caratterizzata da ante, cavalletti ed elementi a giorno Factory in ferro, Carmen esprime in ogni dettaglio una elegante cura dei particolari e negli abbinamenti materici, come i pensili in ferro accostati ai pannelli in legno grezzo oppure la gola declinata nella tonalità nero spazzolato.

Un chiaro richiamo agli spazi urbani con uno stile spiccatamente metropolitano. Caratterizzato dall’utilizzo di ante, cavalletti e pensili Factory in ferro, il programma cucina Carmen provoca e sorprende in ogni momento, attraverso il suo carattere industriale. In ogni dettaglio spicca l’estrema cura dei singoli particolari, come l’abbinamento dei pensili in ferro su pannello in legno grezzo e l’utilizzo della gola in tinta nero spazzolato.

www.lops.it

Rua TM Italia

Reinterpretazione sofisticata dello stile industrial dei grandi loft è la cucina Rua di TM Italia ideata da Matteo Neroni di Ruadelpapavero.

Tra le particolarità di Rua la speciale lavorazione tridimensionale delle ante, in grado di creare un disegno lineare di fresature esaltando la superficie, e che, abbinata alla trama del vetro Scannellato Belga delle vetrine, rivela un sapore tradizionale, un vero e proprio omaggio alle romantiche atmosfere dei laboratori artigiani.

L'isola, dall'effetto sospeso, suggerisce sensazioni di leggerezza eterea, dando vita a un concept dal fascino evocativo, sostenuto dalla scelta accurata dei materiali e lavorazioni. All’effetto antracite dei metalli, presenti nella struttura e nella cappa di aspirazione, sono abbinati l’eleganza del rovere tinto grigio fumo di ante e frontali, e l'aura misteriosa di top e schienale in Gres Ardoise Noir, caratterizzato da una linea di continuità estetica, con il piano cottura a induzione invisibile, installato sotto la superficie.

Tra le dotazioni, le colonne con ante rientranti allestite con portavini in legno di rovere, portacalici, cantinetta, la colonna vetrina con schienale in cristallo fumè, ripiani in vetro, ante in vetro Scannellato Belga su telaio di metallo finitura antracite.

www.tmitalia.it

Loft di Marchi Cucine

Loft di Marchi Cucine si ispira ai nuovi e contemporanei spazi urbani, una cucina dal gusto industriale e metropolitano dove il metallo disegna elementi d’arredo che si combinano in perfetta armonia con il legno dei pensili.

Il fascino della cucina rende questo modello tra i più originali della produzione Marchi Cucine, una cucina di grande impatto visivo in grado di soddisfare esigenze funzionali ed estetiche senza rinunciare mai alla qualità dei materiali e delle finiture.

Lo stile industriale di Loft non lascia nulla al caso, soprattutto nei dettagli, come il lavello in acciaio in appoggio sul piano bordato in metallo opaco, l’elemento metallico sospeso che contiene la cappa, il piano porta oggetti e il frigo-congelatore a due ante con rivestimento in metallo “puzzle” rivettato a mano. Anche la gamma colori sui toni pastello scelta per vestire la cucina crea effetti cromatici e materici in grado di esaltarne le forme.

Pensata per grandi spazi, Loft, grazie alla capacità artigianale e la versatilità produttiva dell’azienda, può essere personalizzata anche per ambienti più ridotti, mantenendo l'inconfondibile stile "factory".

www.marchicucine.it

Diesel Open Workshop 

Un approccio caldo con una decisa ispirazione industrial scandisce Diesel Open Workshop di Scavolini e Diesel. Lo spazio viene interpretato come il luogo dell’intimità, della personalità e della socialità. Al centro, una notevole attenzione allo stile fin nei dettagli, ai materiali e alle texture, per creare geometrie semplici ma dal design accattivante, amate da chi  ricerca una "apparente" semplicità delle forme.

Particolarmente suggestiva è la composizione con ante in vetro Ribbed Glass con grande isola centrale solcata da top in Quarz Motley finitura opaca, dotata di zona lavaggio e cottura, dall'apparenza quasi sospesa da terra grazie ai grandi sostegni in metallo finitura Acciaio Soft progettati come cornice a strutture e a ante. Il Sistema Stock Rack di mensole e pensili propone un dinamico mix di vuoti e pieni, con ante in Laccato Opaco Tortora e ante telaio Acciaio Soft e vetro Ribbed Glass.

www.scavolini.com

Intarsio, Williamsburg e The 50's Cesar

Un’atmosfera ispirata alla frenesia delle grandi metropoli, in cui gli spazi industriali sono riadattati in sofisticati loft: il sistema Intarsio, Williamsburg e The 50’s firmato Cesar incarna perfettamente queste suggestioni.

Disegnato da Garcia Cumini, il progetto si caratterizza per una struttura composta da tre elementi ben distinti, ma in costante dialogo e armonia tra loro: Williamsburg, The 50’s e Intarsio. I singoli volumi, infatti, vivono in perfetta sintonia, mantenendo la loro unicità e individualità, consentendo loro di vivere singolarmente senza privarsi della funzione primaria.

Il cuore della composizione è l'area di lavoro centrale, Williamsburg, un vero e proprio bancone operativo concepito per ospitare al meglio le operazioni di preparazione, ma che all'occorrenza si trasforma in un comodo tavolo dove gustare le pietanze cucinate, rivelando calore e convivialità. Lo spazio sotto al piano di lavoro, libero da ingombri per assicurare la massima libertà di movimento, soddisfa al meglio le necessità operative di chi vive la cucina. A ispirare la struttura dell'isola l'ingegneria meccanica dei ponti moderni, che visivamente hanno due strutture portanti ai margini e un elemento orizzontale sospeso a congiungerle: il risultato trasmette sicurezza e solidità mantenendo, tuttavia, la leggerezza delle linee.

Luce eterea e sartoriale funzionalità identificano invece The 50's, una reinterpretazione in chiave contemporanea delle librerie anni Cinquanta. La flessibilità di The 50's consente infatti  l'inserimento di diversi moduli integrati al sistema cucina: forni, porta bicchieri, porta bottiglie, aree di contenimento chiuse e a giorno, rivelandosi inoltre un perfetto anello di congiunzione con la zona living. I montanti in alluminio, leggeri e dalle linee pulite e geometrie, sono delicatamente illuminati al loro interno, suggerendo atmosfere suggestive ed esaltando la matericità della parete.

Completa il progetto Intarsio, elemento concepito per spezzare la geometria delle ante, esaltando il movimento dinamico delle venature del legno, impreziosendo ulteriormente un materiale già nobile e reinterpretando una cucina dall'anima tradizionale, senza voltarsi al passato con nostalgia. L'artigianalità accurata della lavorazione del legno dà vita a raffinati effetti di apertura o continuità, anche dove non esistono le reali coincidenze delle ante. Il risultato è un'illusione ottica, in cui non si percepiscono le vere interruzioni ma solo il ritmo del disegno e del progetto creativo individuale.

cesar.it

Frame di Snaidero

Disegnata dall’architetto Massimo Iosa Ghini, Frame di Snaidero, declinata in tre differenti versioni, Elegance, Industrial e Neoclassica, rappresenta una soluzione versatile e personalizzabile per l’ambiente cucina, tra ispirazioni classiche e vintage, perfettamente in linea con le esigenze dell’abitare contemporaneo.

Elementi iconici della progettazione classica contaminati con suggestioni industrial chic e suggerimenti stilistici rivelatori di una accurata ricerca estetica, quali il gioco di materiali, di volumi, di pieni e vuoti e l'elevato grado di componibilità degli spazi con soluzioni a isola, a penisola o a parete.

La classicità dell'anta a telaio, interpretata con apertura a gola, garanzia di pulizia estetica e identità senza tempo, l'impiego di laccature lucide e opache per valorizzare la preziosità materica delle superfici, la scenografica cappa, realizzata in bronzo o in acciaio inox, che interpreta con stile l'area operativa della cucina, danno vita a un ambiente versatile e funzionale, senza rinunciare alla classe e all'eleganza. La versione Industrial, in particolare, è caratterizzata da elementi metallici a giorno e le ante delle basi, in laccato opaco marrone terra, si combinano ai pensili e agli armadi in legno olmo tuscan.

www.snaidero.it

#HASHTAG