Cucine

Il lusso dell’essenzialità: VVD by Dada

31 Marzo 2020 -
DI Redazione

Una raffinata interpretazione della cucina senza maniglia firmata dal designer belga Vincent Van Duysen: VVD by Dada.

Il modello è frutto di un'accurata lavorazione sul contrasto tra gli spessori esili di fianchi e terminali e gli spessori forti dei piani di lavoro, che si integrano interrompendo la linearità del piano, con lavelli in appoggio in pietra. L’alternanza dei materiali, fra legni pregiati e pietre naturali, e il gioco di pieni e vuoti danno vita ad una cucina dinamica e nel contempo sofisticata, in cui dominano armonici contrasti e dicotomie.

Un design suggestivo esaltato dalla possibilità di realizzare composizioni completamente sospese da terra, grazie al telaio portante in alluminio, leggero e flessibile.

Completano il progetto VVD ampi vassoi estraibili, cassetti a giorno e carrelli integrabili nei sottopiani, la barra a LED integrata, il profilo in alluminio che disegna in modo discreto il bordo dell’anta migliorandone la presa e l’innovativa cerniera pivot che permette alle ante un’apertura a 180°, rendendo più fruibile lo spazio interno. La cucina acquisisce così un'inedita veste architettonica grazie anche ad eleganti pensili a soffitto e ad esili credenze in vetro trasparente con microcerniere ammortizzate.

Tra le raffinate composizioni di VVD proposte da Dada, la materica variante con ante e basi in acciaio ferrovia, top con lavello integrato e alzatina in ceppo, piano snack in rovere grafite con struttura peltro e colonne (con colonna pivot) laccato opaco piombo; oppure la composizione ricca di calore con ante, basi, piani, vani a giorno e mensole in noce, top con lavello integrato in porfido verde, colonne e nicchia laccato opaco argilla, colonna anta vetro con cerniera a scomparsa e piani in noce e colonna pivot con ante noce; o, ancora, la dinamica versione con ante, basi e colonna pivot in laccato lucido silice, top, alzatina e snack in nero lava, cassetti a giorno in rovere grafite, pensili e colonne in vetro.

Il designer

Vincent Van Duysen nasce nel 1962 a Lokeren, Belgio e si laurea in architettura presso l’Istituto Superiore di Architettura Sint-Lucas di Gand. Dal 1986 al 1989 lavora a Milano e a Bruxelles; successivamente, nel 1990, apre il suo studio ad Anversa concentrandosi sull’architettura e il design di interni. Nei suoi lavori il rapporto tra design di interni e architettura è profondo – infatti arredi e complementi sono pensati in una prospettiva architettonica che non si limita alla forma ma si esprime in una attenta percezione dello spazio interno e del suo rapporto con l’architettura esterna. Interpretando l’architettura e ridefinendone le dimensioni Van Duysen crea oggetti di grande purezza ed essenzialità che tuttavia conservano un carattere di concretezza e solide basi formali.

www.dada-kitchens.com

#HASHTAG