Conegliano-Valdobbiadene: Capitale Europea del Vino 2016

24 Novembre 2015 -
DI Bycam
p style="text-align: justify">Quest’anno il titolo di Capitale Europea del Vino 2016 spetta a Conegliano-Valdobbiadene. La nomina è stata annunciata da Recevin, la Rete comunitaria delle mille Città del Vino, riunitasi il 18 novembre a Bruxelles nella sede del Parlamento Ue. Un riconoscimento prestigioso che nel 2016 coinvolgerà ben 15 comuni dell’area in cui si produce il Prosecco Superiore Docg. È la seconda volta che l’ambito titolo torna in Italia, già ricevuto nel 2013 dalla città di Marsala. Nel 2015, invece, era stato il Portogallo a conquistare la nomina di “Capitale della Cultura Enologica Europea" con Reguengos de Monsaraz.

I comuni di Conegliano, Susegana, San Vendemiano, Colle Umberto, Vittorio Veneto, Tarzo, Cison di Valmarino, Follina, Miane, San Pietro di Feletto, Refrontolo, Pieve di Soligo, Farra di Soligo, Vidor e Valdobbiadene saranno così per tutto il 2016 protagonisti di un ricco programma di appuntamenti, eventi, manifestazioni culturali ed enogastronomiche che animeranno il territorio di Conegliano-Valdobbiadene. Un concorso unico del suo genere quello della rete Recevin, nato nel 2012 e caratterizzato da una rotazione tra i vari paesi della rete. La città selezionata riceve la considerazione di Ambasciatrice annuale delle Città del Vino dell’Europa: l’obiettivo è mettere in risalto quanto la cultura enologica ed enoturistica influenzi la società e il paesaggio, ma anche l'economia e la gastronomia.

La Capitale europea del Vino predispone dunque un programma di attività culturali, formative e di sensibilizzazione sul vino, promuovendo iniziative tese a valorizzare la tradizione e la cultura vinicola, che coinvolgano direttamente le comunità locali. Il modo migliore di esaltare questo ricco e prezioso patrimonio è infatti la realizzazione di un calendario di eventi ad hoc, affinché non vada mai perso il valore culturale della tradizione enologica nell'Unione Europea.

#HASHTAG