Bon ton

Cena in piedi all’aperto: consigli per la scelta del menù

28 Maggio 2019 -
DI Mita Luciani Ranier

Optare per una cena in piedi all'aperto, coadiuvati da un grande tavolo a buffet, è certamente una delle scelte più apprezzate quando decidiamo di lanciarci in questa impresa, per molti di noi complicata e per tanti altri divertente e piacevole. Io faccio parte dei secondi e potermi cimentare in questa attività mi dà sempre grandi soddisfazioni. Approfittare della bella stagione per utilizzare i nostri terrazzi e giardini costituisce un'occasione da non perdere. C'è però una piccola insidia che va preventivamente ragionata per poterla facilmente superare: la scelta del menù. Per prima cosa meglio orientare la scelta verso piatti facili da mangiare in piedi: ad esempio, sì alla pasta corta rispetto agli spaghetti, o al polpettone invece dell'arrosto, o ancora, sì a crostata e macedonia rispetto a dessert complessi da consumare. La seconda difficoltà è quella relativa alla preparazione dei piatti, da realizzare facendo in modo che, anche se consumati tiepidi o freddi, rimangano gustosi. Infine, la varietà delle pietanze deve comprendere almeno due primi e due secondi fra piatti caldi e freddi e una serie di contorni. Le piccole monoporzioni che oggi trovano grande consenso sono una valida alternativa ai tradizionali piatti da portata. Ottime saranno poi le torte salate, i tortini, i timballi e tutte le pietanze al forno facili da preparare in anticipo. Per i dessert meglio optare per quelli al cucchiaio e i mignon oltre alle consuete macedonie e crostate. Il successo è assicurato e la vostra cena in piedi all'aperto, se ben organizzate con un certo anticipo, diventeranno semplici e daranno grande soddisfazione.

Mita Luciani Ranier

ieparome.com

#HASHTAG