Accessori

La bottega dei coltelli: nuova location per Lorenzi Milano

21 Giugno 2019 -
DI Redazione

Una passione per l'alta manifattura lunga 90 anni che ha fatto di un marchio garanzia di qualità e artigianalità made in Italy: Lorenzi Milano, brand leader nella produzione di coltelleria professionale, inaugura la nuova bottega nello storico palazzo Bolchini in piazza Meda, a pochi metri da G. Lorenzi, la storica bottega del nonno Giovanni.

Mauro Lorenzi, fondatore dell'azienda, porta avanti con orgoglio la tradizione di famiglia dando vita a una raffinata location che rende omaggio alla bottega di via Montenapoleone aperta nel 1929 da Giovanni Lorenzi, con l'obiettivo di continuare proporsi come un importante punto di riferimento, non solo per i milanesi ma anche per la clientela internazionale.

Nel 1929, quando Giovanni Lorenzi fonda la bottega, via Montenapoleone è un’elegante zona residenziale del centro città dove gli aristocratici e la grande borghesia milanese vive e svolge le attività quotidiane. La coltelleria diviene ben presto nota per una selezione ricercata e preziosa di prodotti di alta manifattura che si mostrano ai passanti e ai clienti sistemati con ordine quasi maniacale nelle scaffalature in legno alte fino al soffitto.

Negli anni ‘60 Franco e Aldo, figli di Giovanni, prendono le redini della bottega e, alla fine degli anni ‘70, insieme a loro lavora il giovanissimo Mauro Lorenzi, figlio di Franco, che per 35 anni con la stessa passione e professionalità trasmessa dal nonno presterà servizio nella bottega. Un entusiasmo che non si è mai spento, neanche quando nel febbraio del 2014 è stata presa la decisione di chiudere la bottega e congelare definitivamente il marchio G. Lorenzi.

Pochi sanno che proprio in quel momento Mauro decide di portare avanti ciò che per generazioni è stata l'arte della sua famiglia, trasferendo la produzione di quegli stessi famosi oggetti, che per 85 anni hanno fatto da cornice a via Montenapoleone, nell'ex fabbrica di Richard Ginori in via Morimondo.

La scelta di questa sede non è casuale: una rivisitazione in chiave moderna dell’opificio che ha consentito di preservare i valori legati alla tradizione manifatturiera italiana. In questo luogo trova spazio il laboratorio dell’azienda, dove materiali grezzi vengono trasformati in prodotti finiti e dove vengono ideate le varie collezioni, traendo ispirazione non solo da un gusto personale, ma anche dalle esigenze di una clientela sempre alla ricerca di manufatti non comuni.

Questa nuova realtà prende il nome di Lorenzi Milano e rappresenta l’evoluzione e la rinascita del marchio G. Lorenzi che ha scritto le pagina della storia di una delle vie più famose al mondo. Oggi si sposta di qualche metro aprendo la sua nuova bottega nello storico Palazzo Bolchini nell'elegante piazza Meda, luogo di prestigiosi palazzi storici e al cui centro si nota il famoso disco bronzeo di Arnaldo Pomodoro.

La ristrutturazione della location di Lorenzi Milano è stata curata dall'architetto Filippo Dini che ha voluto mantenere la stessa anima della storica bottega di via Montenapoleone interpretandola con una visione contemporanea. Attraverso la scelta dei materiali si raccontano le origini della famiglia: il marmo Verde Alpi il cui colore ricorda le valli del Trentino, terra d'origine di Giovanni, e il Ceppo di Grè ricavato dall'ultima cava attiva al mondo che si trova proprio in Lombardia, l'altro luogo simbolo della famiglia. All'interno della bottega sono stati riportati alla luce gli stucchi originali applicati agli alti soffitti tipici dell'architettura milanese degli anni ‘30.

Il negozio di 180 mq dispone di tre grandi vetrine e al suo interno sono disposte delle scaffalature in Noce Canaletto con fondi in cotone naturale e retro illuminati. Proprio come nelle vecchie coltellerie di un tempo, nel negozio trovano posto degli espositori caratterizzati da piccoli contenitori rivestiti in pelle al cui esterno mostrano in anteprima l’oggetto che ogni piccolo cassettino contiene, come piccoli scrigni pronti a svelare i propri tesori.

www.lorenzi-milano.com

#HASHTAG