Living

L’imperfetto nella perfezione: le collezioni Walter Knoll

27 Gennaio 2020 -
DI Redazione

La sostenibilità incontra l'eleganza e la funzionalità nelle collezioni di arredi firmate Walter Knoll, che raccontano una storia di passione per i materiali, tra cui pelle, tessuti, legno, e per le forme, concepite per assicurare il perfetto connubio tra comfort ed estetica minimalista.

Muud design by EOOS

Leggero, morbido e arioso: il divano Muud, disegnato da EOOS, è un'oasi di benessere per spazi urbani. Soffici rivestimenti e comodi cuscini caratterizzano il complemento, scandito al contempo da un design minimal, che veste Muud di un'aura intima e semplice, dovuta all'impiego del minor materiale possibile. Il récamier, impreziosito dal cuscino in piuma Dream Cushion, può essere inoltre ruotato liberamente sul pavimento, in modo da occupare con facilità qualsiasi posizione. La flessibilità incontra così la comodità: «Abbiamo voluto creare un look morbido e arioso con il minor materiale possibile. -  afferma Martin Bergmann di EOOS - Lo sviluppo è durato diversi anni: le costruzioni sono state modificate, le funzioni sono state ottimizzate, la tappezzeria è stata recentemente progettata. Il risultato è "a new favourite place"».

Cuoio design by EOOS

Pelle, acciaio e lacci: niente di più. Ecco l'essenza di Cuoio, la sedia firmata da EOOS per Walter Knoll, archetipo di una seduta ridotta ai minimi termini. Ma l'essenzialità di Cuoio non pregiudica in alcun modo il sentimento di intimità che emana: la pelle si adatta perfettamente al corpo, così come lo schienale e l'allacciatura, in grado di piegarsi in maniera flessibile. Sedia archetipica, sintesi di funzionalità ed estetica dal tratto minimalista ma sorprendentemente confortevole, Cuoio cela la sua caratteristica più riconoscibile nelle fessure poste nella parte posteriore, dettagli che donano forma ed ergonomia al complemento. L'assenza di rivestimento esalta la pelle e la sua anima ruvida e affascinante, che migliora con l'invecchiamento. «Volevamo costruire la nostra prima sedia in cuoio, rendendola unica come nessuna prima. - spiega Martin Bergmann di EOOS - Ispirato al minimalismo dello stilista Helmut Lang, il team di progettazione viennese ha cercato di creare una sedia la cui forma fosse pura funzione, pur rimanendo poetica, sperimentando il cuoio, una pelle resistente e solida, difficile da modellare». «La cosa affascinante - dice Gernot Bohmann - è che se di tanto in tanto uniamo queste fessure verticali, la pelle cambia ergonomicamente. Il materiale piatto diventa una forma tridimensionale, con un comfort straordinario grazie a una struttura in filo flessibile. La funzione delle fessure diventa così triplice: ergonomica, strutturale ed estetica».

375 Relaxchair design by Walter Knoll Team

Invitante, piacevole e comoda: la 375 Relaxchair brilla per la sua raffinatezza sia come protagonista solitaria della zona liviing che in ensemble con altri complementi, a casa, così come nella hall di un hotel. Linee e proporzioni sottili e armoniche scandiscono la 375 Relaxchair, elegantemente scultorea, perfetta nel suo ruolo di oasi di benessere e di rifugio rilassante. Un mobile che impreziosisce ogni stanza, coccolando chi la utilizza. «Abbiamo dato alla Relaxchair una forma che mostra esattamente ciò per cui è destinata: relax e meditazione. - dichiara Jürgen Röhm, responsabile ricerca e sviluppo di Walter Knoll - La classica serie 375 di Walter Knoll doveva essere ampliata con un nuovo pezzo di carattere. Gentile, raffinato, senza tempo, essenziale. Il team ha progettato la forma della poltrona in modo che corrisponda alla filosofia progettuale della famiglia 375. La curva convessa nell'area della testa è un contro-movimento rilassato rispetto alla curva del bracciolo. Le tubazioni a tutto tondo sottolineano la forma sorprendente. Una potente ergonomia del rivestimento che si traduce in una nuova idea di poltrona».

375 Barstool design by Walter Knoll Team

Confortevole, armonico e arioso, morbido e leggero: Barstool 375, concepito per tavoli alti da bar o per impreziosire lo snack in cucina. All'inizio, un sottile invito a unirsi alla festa e poi - grazie alla forma e al rivestimento - uno più pressante: rimanere. Uno sgabello versatile e comunicativo, dall'allure moderna e accattivante, dove il grande comfort della seduta è garantito da un volume minimo. «Volevamo sviluppare un classico sgabello che offrisse un ottimo comfort di seduta ma che tuttavia sembrasse leggero, persino trasparente in una stanza. - spiega Jürgen Röhm - L'iconica serie 375 di Walter Knoll doveva essere ampliata con uno sgabello da bar che unisse il comfort del classico stie anni '50 a un impiego moderno e diversificato».

Tavolo Foster 620 design by Norman Foster

Forte, aggraziato, apparentemente radicato sul pavimento, simile a un piccolo albero in una stanza: il tavolino Foster 620, disegnato da Norman Foster, proposto in due nuovi modelli dalle grandi dimensioni. Una solida struttura in legno sostiene un piano dagli spessori azzerati, rivestito in pelle di alta qualità, per un complemento dalle forme organiche e contraddistinto dalle superfici morbide e setose della pelle dei piani d'appoggio. «Sviluppare il tavolo Foster 620 significava anche fare i conti con la natura. Non solo in termini di design: il tavolo sembra effettivamente radicato al suolo. Ma anche in termini di fabbricazione: la gamba è realizzata in legno massiccio con una superficie uniformemente vellutata, in grado di resistere al caldo e al freddo, in tutti i tipi di regioni climatiche senza incrinarsi».

www.walterknoll.de

 
#HASHTAG