Gelato

Alberto Marchetti lancia la blockchain del gelato

04 Settembre 2019 -
DI Redazione

Una novità food tech invade il mondo del gelato artigianale: il Maestro Gelatiere tre coni Gambero Rosso Alberto Marchetti lancia la blockchain del gelato, una piattaforma dedicata all'arte fredda che consentirà ai consumatori di tracciare i propri gusti preferiti.

Un'autentica innovazione che debutterà alla Piazza del Gelato di Cheese 2o19, la kermesse italiana dedicata al mondo lattiero-caseario di qualità in programma a Bra dal 20 al 23 settembre, indicando con precisione ogni tipo di informazione inerente il prodotto gustato: dal fornitore del latte, all'allevamento da cui provengono le uova impiegate, fino alle modalità di trattamento dello zucchero. Ogni dettaglio è in chiaro, inserito in un canale di comunicazione diretta tra produttore e consumatore, fornendo un "passaporto digitale" dei prodotti utile anche per tutelare il Made in Italy e valorizzare il lavoro di ogni operatore, per un consumo consapevole, trasparente e di qualità. Grazie alla tecnologia dei bitcoin, il consumatore potrà, attraverso un semplice click con il proprio smartphone, tenere traccia di tutta la filiera produttiva del gelato.

Dalla finanza al food, dalle transazioni bancarie alla filiera di produzione agroalimentare, la blockchain è uno strumento informatico in grado di sfruttare la tecnologia peer-to-peer, una sorta di “registro pubblico” decentrato, distribuito e condiviso dove al suo interno chiunque può memorizzare informazioni in maniera immutabile e indelebile. La veridicità di tali informazioni è garantita dall’intera rete degli attori coinvolti nella transazione che visualizza, convalida o respinge ogni dato inserito nella catena.

Intuendo le potenzialità dello strumento, Alberto Marchetti, in collaborazione con Foodchain, azienda di blockchain applicata all’agroalimentare, ha deciso dunque di utilizzare la tecnologia per tracciare e certificare le materie prime del suo gelato. Il cellulare diventa così uno strumento di informazione sempre più importante per il consumatore, il quale, scansionando il QR Code abbinato al gusto del gelato scelto, potrà accedere a un cartello ingredienti hi-tech, certificato, tracciato e sicuro, e ripercorrere l’origine e la storia di ogni materia prima lungo tutta la filiera di produzione.

Nell'ambito della Piazza del Gelato, in particolare, gli amanti del dolce prodotto avranno l'opportunità di risalire all’origine delle materie prime di due gusti: fiordilatte e caffè. Un'iniziativa messa a punto con la collaborazione di Inalpi e Caffè San Domenico e orientata a valorizzare lo stretto rapporto tra gelato e territorio.

www.albertomarchetti.it

#HASHTAG