Accessori per la tavola

Astrattismo a tavola: gli accessori knIndustrie

08 Novembre 2019 -
DI Redazione

Oggetti di impiego domestico celano la propria funzione dietro forme misteriose e suggestive, seguendo il concetto di astratto proprio delle arti figurative, assumendo il significato di non reale e rendendo visibile ciò che non lo è: gli accessori firmati knIndustrie portano l'astrattismo in tavola.

La parola astrattismo ha infatti etimologia affine al latino "abtrahere" e indica l’azione di "estrapolare" forme dalla riconoscibile immagine del reale. Protagonista è inoltre il rapporto tra l’intensità dei colori e le forme geometriche, in una nuova visione dell’arte che tende sempre più all’introspezione e alla riflessione.

Gli utensili dedicati alla mise en place e alla cucina di knIndustrie giocano proprio su queste suggestioni: scatole di legno e libri si trasformano adattandosi a contesti diversi e svelando il vero scopo per cui sono stati creati.

KN Book knIndustrie

I taglieri-libro KN Book prendono spunto dalle riflessioni del romanzo Kn di Carlo Belli, considerato il manifesto italiano dell'astrattismo, in cui si aspira a realizzare un'arte simbolo di un nuovo ordine che si stacca dall’arte figurativa, rifiutando il concetto di realtà, e si estende ad altri campi, come la musica, la pittura e l’architettura. La scelta di questo volume come fonte di ispirazione non è casuale: come nell’arte astratta si ha una percezione illusoria della realtà, così i nuovi KN Book assumono le sembianze di libri per nascondere la funzione di taglieri.

La collezione, dalle linee pulite e nette, è composta da tre taglieri realizzati in tre essenze di legno differenti: noce canaletto, rovere e frassino. Come veri libri, anche i KN Book riportano il titolo KN inciso sul dorso con stili diversi, rivelandosi oggetti, oltre che funzionali, anche decorativi, perfetti da esibire in cucina.

Yellow Box knIndustrie

Funzionali in tavola, eleganti e misteriosi a prima vista, le scatole in legno della collezione Yellow Box diventano oggetti ludici con effetto a sorpresa: solo aperte svelano la loro vera funzione, da utilizzare come zuccheriere, formaggiere, porta spezie, porta salse e altro ancora, in base al numero dei contenitori accolti al loro interno. La collezione si compone di nove box: tre linee, ognuna delle quali è declinata in 3 scatole disponibili con uno o due contenitori, completate da cucchiaino moka o quattro ciotole. La linea Yellow Cube 1, 2 e 3 è in rovere tinto da cui si sprigiona la potenza abbagliante del giallo, uno dei colori più utilizzati da Vassily Kandinsky, maggiore esponente dell’astrattismo, a cui si aggiunge Brown Box 1, 2 e 3 in rovere tinto wengé e Untitled 1, 2, 3, sempre in rovere ma nella nuance noce. Dettaglio di pregio la fattura dei coperchi delle scatole dei modelli 1 e 2 della collezione, realizzate con una particolare scanalatura che permette ai contenitori relativi di sovrapporsi alla perfezione in un gioco di incastro: le scatole 1 e 2 nei diversi colori – giallo, wengé e noce – creano non solo un piacevole contrasto cromatico, ma formano una piccola opera d’arte da esporre in cucina che vive di una propria autonoma esistenza.

www.knindustrie.it

#HASHTAG