A Palermo App

15 Luglio 2015 -
DI Bycam
h5 style="text-align: justify">Una guida digitale nella Palermo pizzo-free: semplice, dinamica e sempre aggiornata a portata di smartphone.

Nell'abbraccio del Monte Pellegrino, la Conca d'Oro accoglie il capoluogo della Regione Sicilia: Palermo. La città si estende lungo il pendio della fertile zona agricola coltivata ad agrumi fino a raggiungere nel suo interno la zona di Monreale. Un'opera d'arte, incorniciata dai monti, decorata da giardini con monumenti imponenti, Palermo si riflette nel mare cristallino.

Per i visitatori più tecnologici arriva l'app per smartphone e android "A Palermo App". Una guida mobile per la città pizzo-free, ideata dal comitato Addiopizzo, che sponsorizza il consumo tra imprenditori e commercianti schierati contro la mafia.

phone

Presentata nella maestosa Villa Niscemi, sede del comune di Palermo, lo scorso 26 giugno, la app sta riscuotendo grande successo. Semplice e completamente offline (consultabile senza connessione internet) permette di individuare tramite geolocalizzazione tutti gli operatori economici, iscritti ad Addiopizzo, divisi per categoria merceologica o quartiere. “A Palermo app” è anche offerte speciali, grazie a una sessione aggiornata con notifiche in tempo reale per poter approfittare delle migliori promozioni, e condivisione con il wall chat, angolo virtuale in cui scambiarsi opinioni con il resto della community.

La home della app si presenta divisa in 6 grandi categorie: A Palermo (Storia, news ed eventi); Cosa vedere (i migliori punti di interessi con localizzazione GPS); News ed Eventi (date sempre aggiornate); Utilità (i servizi utili); Itinerari (Itinerari Turistici e audio guide, con descrizione dettagliata dei luoghi che si visitano); Svaghi (cosa fare nel tempo libero).

ApalermoAPP

Il progetto digitale va a completare la guida cartacea che l'associazione distribuisce gratuitamente ogni anno in diverse lingue (Italiano, Inglese, Francese, Tedesco e Spagnolo).

Grazie a “A Palermo App” è possibile inoltre sostenere il progetto per l'investimento collettivo, promosso dall'associazione e volto alla riqualifica di zone periferiche della città. Individuando i negozi convenzionati o registrandosi sul sito www.addiopizzo.org è possibile votare il progetto preferito tra quello selezionato per Piazza Magione o quello nel Parco della Favorita. Per ora l'investimento collettivo ha raggiunto la quota di 17.000 euro, ma è in continuo incremento.

Per completare l'esperienza pizzo-free non va trascurato il soggiorno. Addiopizzo ha pensato infatti anche ad un'ulteriore app che consente di scegliere e prenotare diverse escursioni proposte da un tour operator interno all'associazione.

L'iniziativa è un forte segnale di cambiamento per Palermo, i commercianti si schierano contro chi ancora cerca di controllarli, come ha sottolineato il Presidente del Senato Pietro Grasso.

Per dirlo con le parole di Goethe nel suo celebre “Viaggio in Italia”: “L'Italia senza la Sicilia non lascia l'immagine nell'animo: qui, solo qui, è la chiave di tutto”.

Federica Palocci

#HASHTAG