WineOLED: la lampada del vino

30 Giugno 2016 -
DI Bycam
h1 style="text-align: justify">WineOLED: la lampada del vino

Una lampada dedicata ai sommelier e ai veri amanti del vino: questo è WineOLED, disegnata da Deslabs, la startup italiana fondata da Massimo Moroni e Riccardo Carone. WineOLED ha infatti la funzione di illuminare il calice e il suo contenuto al fine di analizzare in modo chiaro le proprietà del vino: dal colore alla trasparenza, dalla lucentezza all’intensità, fino alle sfumature del pigmento.

wineoled lampada vino

Con un design accattivante, WineOLED nasce dalla combinazione della pietra acrilica Hi-Macs con l’illuminazione di ultima generazione OLED e la trasmissione di energia wireless di Tesla. Il risultato è un oggetto di design dalla forma peculiare, in grado di conferire alla lampada un tocco decorativo che ben si affianca alla sua funzione primaria, che lo rende uno strumento di lavoro per i professionisti e un supporto originale per gli amanti del lusso e della buona tavola.

Il materiale con cui è stata realizzata, l’Hi-Macs, si è rivelato l’ideale per questo progetto, grazie alle sue molteplici caratteristiche, tra cui la termoformabilità e la resistenza all’usura e ai graffi. Osservando il design di WineOLED si ha la sensazione che questo oggetto sia stato ricavato da un unico blocco di materia, non presentando segni di giunzione visibili. Inoltre, la mancata porosità della pietra acrilica rende questa lampada resistente a macchie, agenti chimici e molto semplice da pulire.

wineoled lampada vino

La tecnologia OLED, che consiste in un diodo organico di emissione di luce, offre una luce molto simile a quella naturale, ma senza abbagliamenti, ombre né raggi UV, permettendo di lasciare inalterati il colore e le proprietà del vino. WineOLED è facilmente ricaricabile, nelle sue versioni con batteria al litio con cavo USB, a presa diretta o con base ricaricabile wireless, compatibile anche agli smartphone.

#HASHTAG