Sinuoso e capiente, ecco il tavolo Botero di Mogg

03 Dicembre 2015 -
DI Bycam
p style="text-align: justify">Linee morbide e design accattivante. Il tavolo Botero scandisce l'equilibrio dell'ambiente in cui viene inserito e propone un innovativo spazio contenuto dalle sue stesse forme e da un piano che sottende un micromondo progettabile.

Ideato da Alessandro Masturzo e prodotto e distribuito da Mogg, giovane azienda italiana di mobili complementi fondata dall’architetto Nicola Galbiati, il tavolo Botero è una vera e propria fusione tra la direttrice funzionale e l’intuizione progettuale, offrendo alla creatività di chi lo sceglie la fruizione di spazi inesplorati. Una suggestione che trasforma uno spazio comunemente adibito a sostegni, strutture e gambe in una base contenitiva dalle linee semplici e volutamente generose e accoglienti.

tavolo Botero Mogg

Il tavolo Botero è un oggetto che si dilata per fare spazio ad altri oggetti, una struttura polifunzionale che trova il suo completo compimento nell'interazione con la fantasia di chi la usa. Realizzato in legno di frassino, ha una misura di 2,35 metri di lunghezza, per 1,25 di larghezza e 0,75 m di altezza. I modelli disponibili hanno la finitura bianca oppure tinto fango. Il piano del tavolo Botero è  disponibile anche nella variante in marmo di Carrara. Il prezzo al pubblico è di € 3872.

tavolo Botero Mogg

Il designer.  Alessandro Masturzo ha ideato il tavolo Botero nel 2013. Laureato in Disegno Industriale allo IUAV, nel 2009 Masturzo fonda il proprio studio di industrial design e nel corso degli anni, progetta per svariati marchi, quali B-Line, Bross, De Castelli, Infiniti, Mogg, Tekhne, Zeroombra. I suoi lavori vengono esposti in diverse mostre e pubblicati in autorevoli riviste nazionali e internazionali. Alessandro Masturzo ha partecipato a concorsi internazionali ottenendo riconoscimenti, tra gli altri, al Cristalplant Design Contest e all'Infiniti Design Decontest.

#HASHTAG