Calici

Siki Nendo: quattro calici a misura di sake

25 Settembre 2017 -
DI Bycam
p style="text-align: justify;">Quattro calici progettati espressamente per cogliere note e sfumature di altrettante varietà di sake, il tipico vino di riso giapponese ottenuto da un delicato processo di fermentazione di riso, acqua e spore koji: il set Siki Nendo, realizzato per la distilleria Kanbai Shuzo.

Siki Nendo

Il vetro leggero ed etereo avvolge i quattro calici dalle linee ora sinuose, ora squadrate, concepiti con accuratezza dei dettagli per contenere tutta la complessità racchiusa da una bevanda alcolica unica nel suo genere, non classificabile né come distillato, né come fermentato, né tantomeno come liquore.

Siki Nendo

Tra i fattori predominanti che hanno contribuito alla progettazione dei calici le caratteristiche organolettiche dei quattro sake di Kanbai Shuzo, corrispondenti alle quattro grandi varietà di vino di riso prodotte in Giappone: la qualità del riso, l’acqua, la temperatura alla quale viene servito. Il vetro, infatti, è stato appositamente reso più spesso per contenere al meglio il calore trasmesso dalle mani e consentire così di mantenere la temperatura originaria.

Siki Nendo Keikai

Il calice Keikai è disegnato espressamente per il sake più leggero, come quello appartenente alla varietà Honjozo. Il corpo del calice allungato e l’apertura stretta consentono di godere in pieno della fragranza del vino, che si disperde lentamente grazie alla particolare struttura, nonché di assaporarne al palato il gusto chiaro e rinfrescante.

Siki Nendo Koku

Il calice Koku è dedicato alle qualità di sake ricche e strutturate, come la Junmai: la parte inferiore del corpo del calice si espande verso l’esterno, catturando al meglio la fragranza del sake e il suo gusto corposo e persistente, da assaporare a piccoli sorsi.

Siki Nendo Kaori

La variante di sake più aromatico, come la qualità Ginjo, è perfetta per il calice Kaori, dall’ampia apertura concepita per consentire all’aroma del sake di offrirsi rapidamente al naso e ai sapori di diffondersi in breve tempo in bocca, così come avviene con la classica tazza giapponese con base laccata. Il maggior contatto con l’aria, inoltre, aiuta il processo di ossidazione, regalando al degustatore la possibilità di godere in pieno di ogni sfumatura aromatica.

Siki Nendo Jyukusei

Infine, il calice Jyukusei, è progettato per le varianti più invecchiate come quella koshu. Infatti la particolare forma del calice consente di godere solo della giusta quantità di aroma, restituendo alla perfezione il profumo profondo caratteristico dei sake più maturi.

Siki Nendo

Ogni calice contiene 180 millilitri, quantità equivalente a un “go”, la tradizionale quantità servita di sake, ma il particolare disegno rende il bicchiere elegante anche riempito per metà, preservando allo stesso modo gusto e aroma.

Siki Nendo

Siki Nendo

L’eleganza del set Siki Nendo è esaltata dal set di coppe Masu in legno in cui inserire i calici quando traboccano di sake, segno di grande generosità e buona volontà secondo la tradizione giapponese Mokkiri. Le coppe accolgono gli steli, dando l’impressione che il corpo del calice galleggi sulla superficie del liquido

#HASHTAG